Outcazzari

Oggi rubo nelle case | Giochi di lavorare

Oggi rubo nelle case | Giochi di lavorare

Ogni mattina, in Africa, un leone si alza e già lo sa che, al lavoro, sarà un’altra giornata di merda. Nella migliore delle ipotesi. Poi, però, torna a casa, stanco e nervoso, e si rilassa con giochi che meriterebbero una rivendicazione sindacale. Perché lo fa? Cosa lo diverte? Ma sopratutto, la gazzella si alza o resta a letto in attesa del reddito di cittadinanza?

Beh, che volete, è un lavoro pure questo. E poi noi si rischia la vita tutti i giorni, ormai, mica siamo furbetti che si fanno timbrare il cartellino in comune, devo assolutamente comprarmi un’arma per proteggermi dalle vittime.

Non mi sono ancora affermato nel mio mestiere, quindi comincio dalle case dei meno abbienti, da un quartiere così povero che i barboni son considerati hipster, così povero che Casa Pound ci lascia andare a vivere gli zingari senza protestare. Mi accerto che nessuno sia in casa, le informazioni acquistate sul forum Ruba.lo erano esatte, entrare è una passeggiata.

Il bottino è abbastanza misero, riesco a portarmi via solo una teiera e tre piatti sporchi, per un valore tale che il mio rigattiere mi consiglia di provare a fare il metalmeccanico. Ho bisogno di soldi, provo allora con un’altra casa. Lascio la macchina lontano, non voglio insospettire qualcuno. Poi comincio a spiare una coppia da dietro a una staccionata, alle brutte penseranno che sono un maniaco seriale, dovrei cavarmela con una ramanzina, se mi beccano.

Marcando gli obiettivi, riesco a sapere tutto delle loro vite. So a che ora mangiano, quando vanno a dormire e persino a che ora lei fingerà di andare a pilates per incontrarsi con Gigino Cornifer. Aspetto che tutto sia tranquillo e provo a scassinare la porta. C’hanno il cilindro europeo, odio la gente che non si fida del prossimo. In Canada, vivono tutti senza chiudere le porte a chiave, che popolo meraviglioso. Gli spacco un vetro e vaffanculo. Questa volta sono più fortunato, trovo un televisore in bianco e nero del 1978 e una bottiglia d’acqua usata solo parzialmente.

La vecchia della casa accanto ha chiamato la polizia, sento le sirene in lontananza. Raggiungo velocemente la mia auto e scappo, sperando che la fortuna mi assista ancora una volta. È una vita difficile, la mia, il crimine non paga mai abbastanza, ma ve l’ho detto, non sono ancora abbastanza bravo per entrare in politica.

Thief Simulator su Steam.

Il nuovo Outcast Weekly è disponibile!

Il nuovo Outcast Weekly è disponibile!

Observation è un gran bel viaggio

Observation è un gran bel viaggio