Wii U ha il Giappone ai suoi piedi

A meno di due mesi dall'uscita in Giappone, Wii U è destinato ad avere un grosso riscontro di pubblico in patria anche grazie alle festività natalizie (l'uscita è prevista l'8 dicembre, quindi dopo l'Europa e gli Stati Uniti, che vedranno la nuova console rispettivamente il 30 e il 18 novembre) e la rivista Weekly Famitsu ha deciso di sondare un po' i suoi lettori per sapere cosa pensano della nuova console made in Nintendo, chiedendo infine se decideranno di acquistarla. E sebbene fosse prevedibile un ampio consenso, i numeri raccolti da Famitsu hanno quasi dell'incredibile. Interpellati in merito alla data d'uscita, posticipata di due settimane rispetto a quella americana, il 58% dei circa 1050 intervistati ha detto che si aspettava un'uscita posticipata, il 20% ha detto che due settimane sono comunque troppo poche, mentre il 18% voleva la console subito, in contemporanea. La maggior parte degli intervistati, comunque, ha detto di comprendere la volontà di Nintendo di beneficiare del boost natalizio, come già successo con Wii, per vendere subito un gran numero di console.

Per quanto riguarda il prezzo, questa volta sono stati riscontrati più pareri. Il 38% ha dichiarato che i prezzi stabiliti da Nintendo per il Basic Set (circa 260€) e il Premium Set (circa 315€) sono bassi, il 36% dice che è un prezzo in linea con quanto si aspettavano e un 26% pensa che siano prezzi troppo alti. Nonostante molti si sarebbero aspettati prezzi più alti per una nuova console, rimanendo dunque sorpresi favorevolmente dal prezzo accessibile di Wii U, altri hanno notato che il costo aumenta sensibilmente se vengono acquistati degli accessori, venduti a prezzi non proprio accessibili (come ad esempio un GamePad opzionale, venduto alla bellezza di 130€).

Ma la vera sorpresa arriva alla domanda "acquisterai Wii U?": il 45% si è dichiarato intenzionato a comprare la console Nintendo al day one, il 37% vuole comprarla, ma non sa ancora quando mentre un 9% non sa se comprarla o meno, con il rimanente 9% intenzionato a lasciare sugli scaffali il Wii U.

Se state pensando "ok, ma questi saranno pur sempre dei nerd o comunque dei giocatori abituali, è normale che vogliano la novità", rimane comunque un dato significativo e sorprendente il fatto che, su una base di 1050 persone, un 82% si dichiari pronto a comprare Wii U ad un certo punto. Soprattutto in virtù dell'ultima domanda che è stata posta agli intervistati, ossia "che versione vuoi prendere del Wii U?". Ben il 72% ha dichiarato di voler acquistare il Premium Set, lasciando la versione Basic ad un 14%. Il 13% ha dichiarato di non essere ancora sicuro sul da farsi, mentre addirittura l'1% dichiara di voler dilapidare i propri risparmi comprando entrambe le versioni.

Insomma, per Nintendo la terra natale si dimostra sempre foriera di successi, ancor prima che il prodotto riveli il suo vero valore che forse, questa volta, sembra essere meno rivoluzionario per l'industria di quanto lo fossero i suoi predecessori.

Boardcast #24 - Il Tempo delle Fiere - Parte 3

Le fotografie magiche di Snapshot