Outcazzari

Warner Bros ricatta gli Youtubers col Signore degli Anelli

Pure la sterminata legione di neorecensori dotati di videocamera e account Youtube sta iniziando a rendersi conto che l'imparzialità della stampa non esiste, e che il vecchio detto "do ut des" resta sempre valido. Jim Sterling ci ha già fatto lo sproloquio su The Escapist e comunque non è niente che non si sia visto prima in versione scritta e sui vari siti professionali (cioé pagati da terzi). In pratica, Warner Bros vuole che si parli bene/benissimo de L'Ombra di Mordor e si faccia marketing attorno al gioco in una videorecensione, se si vuole avere il gioco gratis. Tipo nascondere difetti e bug, e spingere il sito ufficiale.

Che poi il gioco stesso non abbia bisogno di certe pratiche, agli omini del marketing tutti statistiche e penne a sfera infilate nell'ano importa relativamente.

Di certo non cambierà nulla sul fronte di NDA e mezzucci similli, mentre l'unico peccato è che un buon gioco finisca nello sputtanamento generale.

Forza Horizon 2 è senza optional su Xbox 360

La sostenibile pesantezza di Heavy Bullets