Outcazzari

Tutti in forma con Wii Fit U!

Natale: tempo di regali, tempo di abbuffate e riunioni familiari. Ah, periodo perfetto per raggruppare tutti i parenti sovrappeso sulla bilancia del nostro Wii U! Proprio per questo, con il nobile intento di farci perdere qualche chilo e togliere un po' di polvere dalla Wii Balance Board, Nintendo ci regala un mese intero di prova per valutare il tutto sommato economico (ma di questo parliamo dopo) acquisto di Wii Fit U. http://youtu.be/A8NwncGC9Ks

Come già avvenuto per Wii Sports Club, con la nuova edizione del suo software per tenersi in forma, Nintendo non fa altro che un piccolo upgrade del titolo originale, ma in questo caso le aggiunte sono decisamente più corpose. Per chi non avesse mai avuto a che fare con Wii Fit, è doveroso spiegare brevemente che si tratta di un programma di fitness suddiviso prevalentemente in due categorie di attività. Una è molto seria e ci propone allenamenti per sviluppare e tonificare la muscolatura, oltre a tutta una serie di esercizi di yoga davvero ben riportati in digitale. La seconda ci prende per il naso, presentando tutta una serie di giochi molto spassosi e simpatici in pieno stile nintendoso, che però sotto sotto sono studiati per migliorare il nostro equilibrio e allo stesso tempo mettere a dura prova il nostro fisico (provate lo slittino, se non ci credete!).

Tutte queste attività vengono proposte utilizzando principalmente la bilancia, ma in molti casi a questa vanno abbinati uno o due Wii Motion Plus o il GamePad.  Ogni utente deve innanzitutto creare il proprio profilo pesandosi e indicando la propria altezza (e, se vuole, il giro vita). Dunque il gioco misurerà la massa corporea sentenziando il nostro peso ideale, chiedendoci di impostare anche un obiettivo da raggiungere nel caso volessimo perdere peso. A questo punto, Wii Fit U si propone di diventare più che un gioco, uno stile di vita. Avendo la costanza e la voglia di utilizzarlo quotidianamente, si può tenere sotto controllo il proprio peso. Inoltre, ci vengono proposti test di equilibrio studiati per aiutarci a ottenere una postura più corretta, tutto questo in cambio di almeno 5/10 minuti del nostro tempo ogni giorno (il tempo necessario a svolgere quanto meno i già citati test).

Se vi serve solo fare una pesata veloce, potete usare anche il solo GamePad.

Con queste premesse, è lecito chiedersi: ma funziona? Naturalmente è tutto relativo all'obiettivo e la costanza che si decide di impiegare, ma se dovessi darvi (e infatti lo sto facendo) un giudizio in base alla mia esperienza personale, la risposta sarebbe sì! Ad esempio, l'utilizzo di Wii Fit a me ha giovato anche semplicemente accostato ad una semplice dieta. Difatti, volendomi pesare ogni giorno, sono entrato nel vortice senza uscita dei grafici che tengono conto delle variazioni di peso. Giorni, settimane, mesi per vedere quel maledetto grafico scendere lentamente verso il basso, pochi sgarri a tavola per vederlo schizzare impietosamente verso il punto di partenza. Questo, per me, é stato più volte motivo di rinuncia, privazione e lotta contro la golosità: "Non mangerò quel dannato biscotto per mandare in fumo due giorni di digiuno. Giammai!"

Inoltre, nei mesi ormai lontani in cui ne ero completamente assoggettato (parliamo della prima uscita su Wii), ammetto che anche la mia postura aveva cominciato a trarne beneficio (non temete, ormai sono tornato a stare gobbo). Quali sono, però, le novità introdotte in Wii Fit Plus che ne giustificano l'acquisto per chi come me possiede già la versione precedente? Partiamo dal prezzo. Se siete già in possesso di una Wii Balance Board, vi sarà sufficiente scaricare il gioco in prova gratuita per 31 giorni. In questo modo potrete valutarlo in tutta comodità, avendo accesso a tutte le attività. Se il software vi convince, potete passare all'acquisto del Wii Fit Meter, un contapassi che ha un costo di circa 20/30 euro. Facendo comunicare con il GamePad il simpatico gingillo, questo vi darà la possibilità di eliminare il limite di tempo di un mese, e il software sarà vostro per sempre. In alternativa, se non possedete già una Balance board, nei prossimi mesi Nintendo metterà a disposizione nei negozi due bundle. Uno che comprende software, bilancia e contapassi, l'altro con solo una copia fisica del gioco e il Wii Fit meter.

É possibile selezionare degli esercizi mirati per sviluppare determinate parti della muscolatura.

Il sofisticato pedometro studiato da Nintendo non é banale come si potrebbe pensare. Infatti, oltre a calcolare quanti passi facciamo (tenendo conto, in base alla nostra altezza, della falcata), il Wii Fit Meter si rende conto anche dello sforzo fisico da noi compiuto se, ad esempio, corriamo o facciamo dei piani di scale. Se siete tipi competitivi, questa è la via ideale per un nuovo e rinnovato vortice senza uscita, poiché collegando il contapassi al Wii U ci vengono proposti altri diabolici giochini. Possiamo quindi vedere quanti chilometri avremmo percorso se fossimo stati ad esempio a Tokyo, o sommando i cambi d'altitudine quotidiani, ci può mostrare quanto saremmo saliti sulla torre Eiffel. Siete in grado di non farvi influenzare? O comincerete a salire ogni scala vi capiti sott'occhio solo per sbattere in faccia al gioco un risultato sempre più alto ogni sera? Va specificato che il Wii Fit Meter è un oggetto studiato per un utilizzo personale, di conseguenza è necessario averne uno per ogni utente. Naturalmente, se la vostra fidanzata, vostra moglie o vostro fratello desiderano utilizzare Wii Fit U senza un contapassi, sono liberi di farlo senza l'obbligo di averne uno.

Le novità non si fermano ai gadget, però. Nintendo ha introdotto nuovi esercizi di fitness, di yoga e giochi che vanno ad aggiungersi o affiancare quelli vecchi. Inoltre, fa la sua comparsa anche la sezione di ballo, che, in modo semplice e progressivo, funziona da vero e proprio corso base per imparare passi di danza. Troviamo quindi la salsa, il flamenco, ma anche cose meno "classiche" come l'hip-hop. Anche qui, avendo un po' di esperienza con il ballo sudamericano, devo dire che il lavoro svolto dal team di sviluppo é pregevole. Certo, non ci troviamo in una balera, ma si capisce che le lezioni sono state pianificate con una certa perizia. Lo Yoga, su cui in passato non avrei scommesso, è chiaramente studiato (come tutto il resto) con la consulenza di veri professionisti e nel suo piccolo funziona: se non a raggiungere l'illuminazione personale (dopo qualche ora, giuro, mi è comparsa davanti la principessa Peach che piangeva lacrime di sangue), quantomeno a rilassarsi.

Uno dei nuovi corsi di ballo aggiunti in Wii Fit U.

Il modo in cui gli istruttori virtuali ci tengono sotto controllo è semplice: si suppone che, se l'esercizio viene svolto nel modo corretto, il nostro baricentro si trovi in un'area ben specifica e questo la bilancia lo rileva e c'è lo mostra immantinente. La valutazione del nostro operato viene dunque calcolata in base alla nostra stabilità durante l'esecuzione della figura. Grazie alla telecamera posta sul GamePad, è ora anche possibile attivare la modalità specchio, che suddivide lo schermo a metà e ci mostra sulla TV la nostra performance a fianco a quella dell'istruttore (ed ecco che anche la videocamera sul pad è stata in qualche modo sfruttata).

Passando ai giochini, anche qui la bilancia é fondamentale. Ci troviamo di fronte a diverse discipline sportive, come lo slalom sugli sci, il già citato slittino o il golf, ma anche tanti mini game assurdi, come il gioco del cameriere, che impiega simultaneamente GamePad e bilancia. In questo caso, si tiene in mano il controller del Wii U come se fosse un vassoio. Facendo dei passetti sulla bilancia, il nostro Mii avanza, mente per girare è necessario rivolgere il GamePad nella direzione desiderata. L'obietivo è consegnare dei dessert ai Mii che affollano la sala senza rovesciarli sul pavimento durante il tragitto e questi possono essere di diverse forme e altezze. Alcuni sono piatti e bassi, quindi semplici da trasportare, ma possono essere anche delle coppe di gelato strette e alte o addirittura dei bignè praticamente sferici, e in questo caso la coordinazione tra camminare, mantenere dritto il vassoio e schivare gli ospiti dovrà essere perfetta, se non vogliamo che i nostri dolcetti si spatascino a terra.

Il gioco del cameriere è uno dei più simpatici, tra quelli che usano la combo bilancia-GamePad.

Non mancano poi dei giochi da eseguire con due Wiimote, come l'arrampicata. In questo caso, tramite i telecomandi, dirigiamo le mani sui vari appigli posti sulla parete e, una volta afferrati, un passo sulla bilancia ci permette di sollevarci verso quelli successivi. Dopo ogni attività e esercizio svolto ci viene segnalato inoltre quante calorie abbiamo consumato. È fra l'altro possibile formare dei gruppi di fitness online, scegliendo tra quelli predefiniti, o crearne alcuni a nostro piacimento, nei quali confrontare i propri progressi/regressi con sconosciuti e amici.

Insomma, con Wii Fit U, Nintendo non ha sicuramente rivoluzionato il brand, ma ha inserito nel suo programma salutista una corposa quantità di novità che, visto anche il prezzo di ingresso contenuto per i vecchi fruitori, rendono questo aggiornamento davvero interessante. Inoltre, come si vede chiaramente nel trailer, è possibile svolgere buona parte degli allenamenti anche senza l'ausilio della TV, quindi non ci sono scuse per poltrire, se lo schermo del salotto è già occupato da familiari meno sportivi di noi. Cari/e nerd ciccioni/e, è giunto il momento di rimettersi in forma: forza, che l'inverno passa alla svelta, non vorrete certo sfigurare alla prossima prova costume!

Ho giocato Wii Fit U scaricandolo da eShop e ho subito acquistato un Wii Fit Meter per far decadere la limitazione dei 31 giorni di prova e poter sfruttare anche le funzioni legate al contapassi. In queste settimane ho già perso più di un Kg e non ho intenzione di interrompere i miei allenamenti (e il mio digiuno) finché la bilancia non comincerà a preoccuparsi della mia salute e non avrò scalato il monte Fuji.       

Cinquepercinque #14 – Gentlemen, start your engines...

Wii Karaoke U non ha un gran talento e neanche s'impegna