THQ incassa un brutto colpo

La perdita della licenza UFC, passata ora nelle mani di Electronic Arts, non poteva non avere ripercussioni sullo sviluppatore americano, che ricordiamo si trova in difficoltà dal punto di vista economico. Come naturale conseguenza, THQ annuncia la chiusura della sua divisione di San Diego, responsabile dei titoli sportivi dedicati alla federazione di arti marziali miste. Per quanto i piani alti della società tentino di rassicurare l'ambiente, si percepisce un certo scetticismo sul futuro della compagnia. La serie UFC, oltre ad essere qualitativamente eccellente, rappresentava una voce importante del bilancio delle entrate. La nostra solidarietà va ovviamente a chi rischia di perdere il posto di lavoro, uno scenario purtroppo non raro in questo periodo.

Brian Farrell, amministratore delegato di THQ, si è limitato a ringraziare UFC per la collaborazione, affermando che il brand si trova in ottima salute e continuerà a crescere sotto l'ala protettiva di Electronic Arts.

I "most wanted" del nuovo Need For Speed

L'opinionista #13 - Un E3 magico: è sparito tutto