Teste che volano in Ninja Gaiden 3

C'è ancora una speranza per i morbosi fan della decapitazione impegnati a tagliarsi le vene con le forbicine Chicco per la mancanza di teste rotolanti nel prossimo Ninja Gaiden 3. Il British Board of Film Classification, infatti, ha classificato il nuovo capitolo della saga creata da Tecmo con un bel bollino rosso 18, motivando la scelta per via non solo degli abbondanti schizzi di sangue, degli impalamenti con la katana e del torpiloquio registrato in alcune scene d'intermezzo ma soprattutto perchè - citiamo testualmente - in alcuni casi è possibile tagliare membra e teste. Attingendo informazioni dallo stesso BBFC è forse possibile capire l'escamotage che ha permesso l'introduzione di questo tocco macabro, in un primo tempo apparentemente sradicato rispetto ai precedenti episodi. Stando all'organo di classificazione britannico, infatti, "... il gioco si concentra con decisione sull'uccisione dei nemici. Nei capitoli iniziali tali nemici sono di natura umana ma assumono col procedere del gioco sembianze di genere "fantastico", come zombie e rettili mostruosi."

Insomma, ancora una volta il comitato contro la discriminazione degli zombie nei videogiochi avrà la sua crociata da combattere.

Game Developers Conference 2012 - Una giornata da turisti

I personaggi (non) esclusivi di Street Fighter X Tekken