Sundaycast #85 - Rientro dalle ferie

Ripercorriamo gli annunci e le notizie più o meno borderline della settimana, con il solito piglio borderline da giocatori borderline coi baffi che ci contraddistingue. E poi, ci serviva un modo per riempire in modo un po’ borderline le domeniche. Borderline.

Amici ma soprattutto amiche di Sundaycast, questa settimana di rientro dalle ferie è passata via in modo stranamente poco traumatico. Probabilmente, mentre leggete questa riga, verrò assalito da una mandria di gibboni che me la faranno pagare cara. Tra l’altro, non vi nego che dopo aver passato cinque ore su Hatoful Boyfriend ho abbastanza paura dei piccioni e dei volatili in generale... ma sto divagando.

Dicevo, una settimana abbastanza tranquilla in cui, a onor del vero, anche sul fronte videoludico si vivacchia in attesa di The Sims 4 (che vabbé, è già uscito ma comunque fa parlare di sé) e soprattutto Destiny, due giochi che hanno messo in imbarazzo le testate videoludiche che contano perché “le software house non ci mandano le review copy per tempo”. Principianti: le recensioni che se le prendono comoda le abbiamo inventate anche per questo.

Comunque, prima di inciamparmi un'altra volta in un preambolo inconcludente, direi di partire con le poche notizie di questo episodio.

Sonì

http://youtu.be/FCxYGF8R3EM

La settimana si è aperta con Sony, che ha organizzato una conferenza pre-Tokyo Game Show (molto pre) in cui non sono mancate le belle notizie. Detto di Resident Evil Revelations 2, che dovrebbe ridare un po’ di pace ai fan inaciditi dopo il sesto episodio della serie regolare, fa piacere segnalare il l’arrivo dell’immancabile Everybody’s Golf (o se preferite Minna No Golf) su PlayStation 4. Che, tra l’altro, è pure ottimo per allietare chi si sente tradito (LULZ) dalla mancanza di un Tiger Woods next gen.

http://youtu.be/CtdwWiTl76s

Rimanendo più o meno in tema di mazzate, la notizia più gustosa della conferenza è stata quella data da Shuhei Yoshida in persona, salito sul palco per annunciare che Bloodborne arriverà su PlayStation 4 il prossimo 5 febbraio, almeno in Giappone. È facile immaginare come From Software e Sony puntino su una pubblicazione che sia il più possibile in contemporanea in tutto il mondo, quindi non è folle pensare che, anche da noi, il sequel spirituale di Demon’s Souls arriverà nel primo trimestre del prossimo anno. Niente male davvero.

Infine, a proposito di roba attesa con ansia, durante la conferenza Hideo Kojima ha annunciato che la demo di Silent Hills (quella che è riuscita a spaventare quell’omone di Cicalini) è stata scaricata oltre un milione di volte. C’è evidente voglia di spaventi, o forse è solo voglia di Kojima+del Toro.

Castle No. 9

"Kickstartvania".

Settimana scorsa, giopep ci ha deliziato col post mortem di quel Castlevania, quello che ci ha fatto innamorare tutti, tenuto all’ultima GDC di San Francisco da Koji Igarashi in persona. Oggi, Igarashi non lavora più per Konami e si è detto più volte pronto a tornare sulle scene con un nuovo progetto dall’aria “classica”. Beh, al PAX Prime, tenutosi lo scorso weekend a Seattle, giravano dei volantini come quello che vedete qui sopra: un grosso pentacolo, un testo che parla velatamente di backtracking, di creature oscure e poteri, e due tubi catodici con immagini dal look pesantemente Castlevania. Che Igarashi sia pronto a percorrere la strada di Inafune? Ma soprattutto: il mondo è pronto per il reskin di Symphony of the Night come sembra esserlo per quello di Mega Man? Mentre ci pensate quei sei secondi, vi metto su un disco propedeutico a decidere.

http://youtu.be/0Ghd3tvsNAs

Rassegna Kickstarter (NOT)

La bellezza.

Era una roba di una bellezza imbarazzante, da post honoris causa in una delle prossime uscite del colonnello Campbell, e invece il Kickstarter Super Famicom: The Box Art Collection, mega tomo che si impegnava a raccogliere tutte le copertine dei giochi SNES con tanto di descrizione e impaginazione impeccabile, è stato cassato prima della fine della raccolta fondi, al fine di evitare le beghe legali con i detentori dei diritti dei vari giochi. Viviamo in un mondo orribile, in cui gli avvocati hanno più potere della bellezza.

http://youtu.be/Zq8bkm7kYvc

I fatti Nintendo

http://youtu.be/xiiaEsH6U1o

I fatti. Le situazioni. Insomma, le tech demo che Nintendo ha portato allo scorso E3 per mostrare le capacità della combo televisore+GamePad. Descritti qui come “un simulatore di robottone anti-kaiju” e “un simulatore di centro di controllo di telecamere a circuito chiuso (???)”, Giant Robot e Project Guard diventeranno dei giochi veri e propri, destinati a sbarcare sui Wii U del mondo intorno al prossimo anno. L’ha detto Nintendo of America, c’è da fidarsi.

Become Legend (of trolling)

Destiny

Chiudo con la pubblicità della settimana, insospettabilmente venuta fuori da quelli sistematicamente incapaci di promuovere e valorizzare degnamente la loro console ammiraglia. Visti gli accordi esclusivi tra Sony e Bungie, Xbox One non appaiono praticamente mai nelle pubblicità di Destiny. E cosa ti inventano in Microsoft per ovviare a questo dramma di marketing? Semplice, una campagna virale, via stampa e web, in cui la casa di Redmond pubblicizza il suo nuovo profumo, Destiny. Solo che, si legge(va) sul sito, in realtà il profumo non esiste… ma esiste il gioco, anche su Xbox One.

Purtroppo, anche qui, sono arrivati gli avvocati con la sabbiatrice e hanno insabbiato tutto. Se ora andate sul sito, troverete una ben più stitica scritta "Hi. There are some great Xbox One offers available at the moment. Please check with retailers for more information"... un mondo migliore, vi dico!

That’s all folks! Alla prossima settimana con altre lotte sociali!

Colonel Campbell's Art Soup #78

Colonel Campbell's Art Soup #78

Old! #77 – Settembre 1974

Old! #77 – Settembre 1974