Sundaycast #76 - STFU e di più

Ripercorriamo gli annunci e le notizie più o meno borderline della settimana, con il solito piglio borderline da giocatori borderline coi baffi che ci contraddistingue. E poi, ci serviva un modo per riempire in modo un po’ borderline le domeniche. Borderline. Altro giro, altra settimana in cui mbeh, mboh, mbuh. Se non altro è cominciato luglio, e questo significa che l’E3 si allontana, Gamescom si avvicina e la gente comincia a chiedere ossessivamente “cosa fai a Ferragosto?”. Non è una domanda strettamente videoludica, but still, laggente lo fanno.

Ad ogni modo, anche questa settimana siamo qui a discutere di tweet, giochini che potrebbero essere interessanti, giochini che lo saranno, giochini che ancora non esistono e giochini che si guadagnano un’edizione fisica, ché digitale è bello ma feticista è meglio.

Vamonos!

STFU BBQ FTW!

Già solo per questo, è già bellissimo.

Tutto questo per dire che - come avevo ampiamente previsto - Super Time Force arriverà anche su PC, quest’estate, con una versione riveduta e corretta dal sibillino nome Super Time Force Ultra. STFU, insomma. Il gioco, comunque, già su 360 e Xbox One è bellissimo. Andate a comprarlo e poi leggete la recensione di giopep. O il contrario. Tanto il tempo è relativo, no?

Comeback Cliffy

L’amicone Cliff Bleszinski, ormai stufo della sua carriera nella ristorazione, come vedete qui sopra ha twittato riguardo al suo grande ritorno sulle scene videoludiche. Senza lasciarsi andare a dettagli e senza divulgare immagini fuorvianti, il papà di Jazz Jackrabbit ha semplicemente lasciato “appesi” i suoi fan e tutti i curiosi con un conto alla rovescia, destinato ad esaurirsi alle 18 di martedì. In attesa di vederlo tornare in grande stile con una nuova avventura del coniglione verde o, perché no, con un’altra saga di nerboruti e volgari soldatoni sparavermoni, io butto lì un pezzo della mia infanzia. Solo per voi.

http://youtu.be/b16upFloYak

No more handheld

040511_tattoo_hmed_11a.grid-4x2

Come riportato anche dal buon aleZ, Peter “tatuaggio di Halo” Moore, ha recentemente annunciato che EA non produrrà più nulla per console portatili, dal momento che Vita e 3DS non rientrano nei piani a lunghissimo termine della compagnia. Una scusa ragionevole per tirarsi fuori da un mercato che sicuramente non frutta quanto vorrebbero i vertici di EA, tanto più che, sempre a detta di Moore, è molto più sostenibile rivolgere le proprie attenzioni al mercato di smartphone e tablet.

Per quanto la notizia in sé non sia così drammatica, è comunque l’ennesimo segnale che il dualismo console portatili/device portatili è sempre più a pannaggio dei secondi. Anche volendo escludere la poco plausibile prospettiva di un anno fiscale 2018 (onestamente credo sia folle pensare che EA stia davvero pianificando in maniera sostanziale l’anno 2018, but still), il fatto che Sony e Nintendo abbiano praticamente ignorato le loro portatili all’E3 (eccezion fatta per Super Smash Bros., dai) mi sembra tutt’altro che un buon segnale. Che PS Vita e 3DS siano davvero gli ultimi esponenti di un mercato un tempo prospero e foriero di divertimenti on the road? Staremo a vedere.

Diane...

Caffè, torta e ragazzini dispersi.

Variable State, neonato team indipendente inglese, ha annunciato di essere al lavoro su un interactive drama dal titolo Virginia, la cui storia seguirà le vicende di un agente dell’FBI alla ricerca di un giovane, scomparso proprio nello stato che dà il titolo al gioco. Lo stile grafico che si intravede nell’unico screenshot non sembra nulla di miracoloso, anche se le illustrazioni dei personaggi presenti sul sito sono piuttosto interessanti. E poi oh, un gioco ispirato a Twin Peaks e X-Files merita comunque una piccola menzione, a prescindere da quanta ispirazione ci sarà effettivamente nel prodotto finito. Virginia uscirà in un giorno imprecisato del 2015, su PC.

Dolciumi!

Minaccioso, adorabile tortino.

I bellocci di The Behemot, che già ci hanno primizie come Alien Hominid e Castle Crashers, hanno intenzione di svelare all’RTX di Austin il loro nuovo progetto, ancora conosciuto con il nome di Game4. Nell’ultimo post sul blog dello studio, Behemot racconta lo sbarco in Texas, e allude alla natura dolciaria di Game4 con un muffin minaccioso, con tanto di braccia e gambe. Si tratterà del protagonista del gioco o di un simpatico comprimario, al pari dei gattiny di BattleBlock Theater? Staremo a vedere.

Nostalgia canaglia

Un'edizione piena di bellezze direttamente dal gioco.

Cavalcando in grande stile l’amore per gli anni Novanta che contraddistingue Gone Home, The Fullbright Company ha lanciato un’edizione fisica del gioco: DVD, chiave Steam, Designer’s Notebook, adesivo stile musicassetta, poster e colonna sonora sono disponibili a 25 € suMerge Games, in una squisita scatola che ricalca quelle dei giochi per SNES.

That's all folks! Alla prossima settimana con altri giochini in quantità! (?)

Colonel Campbell's Art Soup #70

Colonel Campbell's Art Soup #70

La serie animata di Mighty No.9 piace anche a Mega Man