Outcazzari

Sundaycast #71 - Project Beast e altri fatti

Ripercorriamo gli annunci e le notizie più o meno borderline della settimana, con il solito piglio borderline da giocatori borderline coi baffi che ci contraddistingue. E poi, ci serviva un modo per riempire in modo un po’ borderline le domeniche. Borderline. Buona domenica e benvenuti a un nuovo appuntamento con Sundaycast, la rubrica che cerca di sopravvivere alla settimana per raccontare quello che è successo con tono più o meno disilluso e borderline. Questa settimana siamo sempre in zona piattume pre-E3, anche se forse un po’ meno della scorsa. Di sicuro, sopravvivere agli ultimi sette giorni è stato difficilissimo, e anche volendo sfruttare la festa della Repubblica rischio di uscirne comunque malconcio. (Edit postumo: forse no)

Ma comunque, meglio buttarsi subito sulle notizie, altrimenti non ne esco davvero più. Via!

Rimandato al 2015

http://youtu.be/6XOj2ZwE6_Y

Con il video qui sopra, Max Payne ci fa sapere che Quantum Break, il titolo crossmediale indicato da tutti come esclusiva più interessante di Xbox One (cosa che francamente non capisco, ma mi adeguo), è stato rimandato al 2015, e verrà sostanzialmente ripresentato alla Gamescom di Colonia del prossimo agosto.

Brutta notizia, se non fosse che in questo paio di settimane è stato rimandato al 2015 praticamente tutto. The Order: 1886? Check. Steam Machine + Steam Controller? C’è. The Division? Come sopra, con patate. Batman: Arkham Knight? Gennaio. Super Smash Bros. 3DS? Daje. Insomma, come dicevo nell’ultimo Chiacchiere, chi diceva che nel 2015 non uscirà nulla ha *forse* un attimino sbagliato previsione. Gné.

Nintendold

In una settimana non particolarmente pregna per Iwata e co., spendo la mia quota Nintendo settimanale riportando il tweet di Nintendo of America, che con la scusa di Super Smash Bros. ha annunciato una roba abbastanza folle: l’adattatore per Wii U per usare quattro pad del GameCube. Perché folle? Perché come dice il saggio Ualone, “Nel 2002 Nintendo lancia il WaveBird, il primo controller wireless ufficiale per console della storia. Nel 2014 un adattatore con DUE cavi”. Io non so davvero. Comunque, proseguiamo.

Breaking Borderlands

http://youtu.be/NvdbKD-v0iQ

Cavalcando le analogie tra Jack il Bello e Walter White, 2K Games e Gearbox hanno tirato fuori dal cilindro un teaser trailer di Borderlands: The Pre-Sequel che scimmiotta a sua volta il trailer di Ozymandias, iconica puntata della serie mandata in onda da AMC, e di cui sentiamo tutti una discreta, enorme mancanza. Hype(rion)!

ibb and obb and Gabe

ibb and obbCosì, al volo, per segnalare l’uscita di ibb & obb su Steam. Uscito quasi un anno fa su PlayStation 3, il titolo indipendente di Sparpweed è una chicca cooperativa da non perdere, soprattutto ora che passa da una console nata senza headset ai PC, dove i sistemi di comunicazione vocale non mancano. Se volete saperne di più, qui trovate la mia recensione dell’epoca, scritta e giocata anche grazie al valido servizio di un commilitone giocatore ormai missing in action.

Project Leak

http://youtu.be/w0YvHBxv-3Y

Quello qui sopra, sempre che esista ancora nel lasso di tempo tra l’upload dell’articolo e la sua pubblicazione, è un video che mette assieme tutti i brevi filmatini inediti (e rigorosamente trapelati pre-E3) di Project Beast, il Dark Souls in esclusiva per PlayStation 4 di cui, a questo punto, scopriremo di più all’E3. Io, da ignorante (del gioco, ma non solo), ci vedo la stessa atmosfera dei Souls originali, lo stesso amore per la teatralità e un certo tipo di messa in scena e, soprattutto, un’arma da fuoco. I fan in giro per l’internet, invece, sono semplicemente in brodo di giuggiole, quindi prevedo già un successo annunciato tra un paio di settimane.

Indie vs Bundle, atto 283

Pad del Super Nintendo| <3

Siamo alle solite: Jeff Vogel, il creatore di Avernum, attraverso il suo blog ha decretato che il successo degli indie sta per finire, dal momento che il mercato si sta oltremodo saturando (Steam ha pubblicato più giochi in sei mesi di 2014 che in tutto il 2013) e l’apice della produzione, secondo lui, è stato raggiunto. A causa di questo sovraffollamento, tra l’altro, secondo Vogel i titoli meritevoli rimangono sommersi dal ciarpame, e i giocatori finiscono per approfittarsi troppo dei bundle a prezzi stracciati, creando un sistema al ribasso che, sul lungo periodo, non sarà sostenibile.

E insomma, è un po’ il solito discorso da Chiacchiere Borderline in cui, alla fine, si conclude con “in realtà c’è anche chi dice l’esatto contrario, e alla fine quelli bravi sopravvivono sempre, in un modo o nell’altro”, quindi amen. Io, nel dubbio, aspetto una Steam key a quattro soldi di Transistor.

#4thedevs

<3 !

Per bilanciare il pessimismo e il fastidio, una storiella indie che scalda il cuore: al prossimo Tokyo Game Show, Sony coprirà interamente i costi relativi all’affitto del padiglione destinato agli sviluppatori indipendenti, a prescindere che questi abbiano o meno in cantiere un progetto per PS3/PS4/Vita. Così, una buona azione tanto per fare bella figura e ingraziarsi quel mondo indie che tiene alta la passione nei videogiochi. Tutto molto bello.

(Totally unrelated, ma altra grande notizia della settimana legata a Sony: Plants vs. Zombies: Garden Warfare arriverà su PlayStation 3 e PS4 così, dopo neanche sei mesi dall'uscita sulle piattaforme Microsoft, sfruttando una delle esclusive temporali più brevi a memoria d’uomo. Bei segnali.)

Ballmer is Clippin'

Un uomo segnato da una foto, un po' come Phil Fish.

Un po' di storia: Donald Sterling, proprietario della squadra dell'NBA dei Los Angeles Clippers, qualche settimana fa si è scordato che praticamente tutti i suoi dipendenti sono di colore e si è lasciato andare a dichiarazioni quantomeno sconvenienti. Come conseguenza, l'NBA ha cacciato Sterling per direttissima intimandogli di non farsi mai più vedere nel ghetto sennò lo lamano e ha messo in vendita i Clippers. E indovinate chi li ha comprati? Il buon Steve Ballmer, che fino a qualche tempo fa era alla guida di Microsoft. Se non altro, con questa carica non c'è il rischio che Big B lanci nel mondo qualcosa peggio di Windows 8.

That’s all folks! Alla prossima settimana con altre buone azioni!

Colonel Campbell's Art Soup #65

Colonel Campbell's Art Soup #65

Anche Mario s'è fatto la Mercedes