Outcazzari

Sundaycast #68 - Le bombe di Mosca

Ripercorriamo gli annunci e le notizie più o meno borderline della settimana, con il solito piglio borderline da giocatori borderline coi baffi che ci contraddistingue. E poi, ci serviva un modo per riempire in modo un po’ borderline le domeniche. Borderline. Amici ma soprattutto amiche dei videogiochi, questa settimana sembra essersi svolta seguendo il canovaccio “grandissima fibrillazione per l’E3 2014", dato che tutte le notizie cicciose o rumoreggiavano le line-up degli eventi Sony e Microsoft, o parlavano di cose che si vedranno meglio a Los Angeles. Anche se una bella fettina di questi giorni, come al solito, se l’è riservata Nintendo, con un misto tra notizie apocalittiche e tutto sommato incoraggianti.

Cominciamo? Cominciamo.

Malloppo Nintendo

194432Come potete intuire dall’immagine qui sopra, Nintendo ha chiuso il 2013 nuovamente in passivo, portando lo sconforto nel popolo dei videogiocatori. Tuttavia, la casa di Iwata si è detta fiduciosa di poter chiudere l’anno fiscale corrente (quello che scade il 31 marzo 2015) in positivo, coprendo gli oltre 160 milioni di euro persi quest’anno con un utile previsto di addirittura 20 miliardi. Credere in Mario Kart 8 e Super Smash Bros.: lo stai facendo nel modo giusto!

Scherzi a parte, oltre a questi due best seller, Nintendo ha in serbo qualche piccola sorpresa per quest’anno, dal momento che in un documento ufficiale è apparso un inaspettato “estate 2014” come data d’uscita giapponese per Bayonetta 2 (mentre per il resto del mondo c’è un generico “2014”), e lo stesso discorso si allarga anche a Hyrule Warriors, il Dynasty Warriors zeldiano che ha fatto rabbrividire più di un fan ma che è facile immaginarsi sia abbastanza atteso in Giappone.

Infine, Nintendo vuole spingere forte anche sul misterioso frangente Quality of Life e, soprattutto, sfruttare “in maniera più attiva la sua abbondanza di personaggi iconici, fornendo alle sue proprietà più esposizione in ambiti altri rispetto ai videogame, riuscendo a ricavare profitto, allo stesso tempo, dal licensing”. Insomma, come diceva aleZ in questa notizia, verremo invasi dai pupazzetti più o meno NFC di Pokémon e affini. Che poi OK, la roba NFC, ottima idea, Activision ci ha costruito un impero e tutto quanto, ma… annunciarlo già dal lancio della console, invece che aspettare quattro anni? Pareva brutto?

http://youtu.be/LhlUXjuX1Xg

A proposito di Pokémon, tanto per risollevare le quotazioni in borsa dopo la tragica notizia finanziaria, Nintendo ha annunciato al volo Pokémon Rubino Omega e Pokémon Zaffiro Alpha, remake dei due titoli visti all’epoca del Game Boy Advance, che arriveranno su 3DS a novembre. Un’ottima notizia, dal momento che Pokémon Y e X hanno venduto oltre dodici milioni di copie ed è facile immaginarsi che Rubino Omega e Zaffiro Alpha sapranno fare altrettanto. Tra l’altro, a proposito di Y e X, l’unica cosa che ci è data sapere sull’aspetto grafico dei due remake è che non saranno interamente compatibili con l’effetto stereoscopico. Per avere un’idea più precisa di come saranno Rubino Omega e Zaffiro Alpha (ritorno alla visuale 2D storica? Costosissimo rifacimento totale del gioco col nuovo motore 3D?), bisognerà aspettare stanotte, visto che nella terra del Sol Levante andrà in onda, in TV, un piccolo speciale chiamato Pokémon Get☆TV. Avremo presto notizie attraverso YouTube, insomma.

Non solo Pokémon a salvare la baracca: Iwata vuole riprovarci in Cina e mercati emergenti… evviva?

Concorrenza!

Come dicevo in apertura, oltre a Nintendo è stata la settimana delle previsioni sugli show E3 di Sony e Microsoft, che riporterò di seguito con un po’ di commentini assortiti. Ovviamente, da ora in avanti si spinge forte sulle supposizioni, quindi, se non volete far esplodere il vostro bullshit-o-metro passate al prossimo argomento.

http://youtu.be/eaBUeINW_3s

Per quanto riguarda il frangente Sony, all’E3 dovremmo vedere tre minuti di Uncharted 4 (estate 2015), che sarà ovviamente “soprendente” dal punto di vista grafico e, soprattutto, vedrà come protagonisti Nate e Francis Drake, impegnati su due linee temporali diverse, ma in un’ambientazione caraibica che dovrebbe essere comune. Guerrilla Games porterà il suo RPG inedito, mentre Media Molecule sorprenderà con un gioco, in arrivo per la fine del 2015, che dovrebbe essere un’esclusiva pensata per Project Morpheus. Spazio anche per Japan Studios, che dovrebbe mostrare Project Beast (il Dark Souls apocrifo di cui vi ho parlato la scorsa settimana), un gioco inedito e l’immancabile The Last Guardian. E non vi ho ancora detto la parte migliore: questi sono i titoli “confermati” da non una, ma ben due fonti anonime ai microfoni di Dual Shockers. The Last Guardian, vi rendete conto?

Nella lista dei “molto forse”, invece, troviamo Gran Turismo 6 Turbo HD/7 Prologue per PS4, God of War 4, il reboot di Syphon Filter per fine 2014, Wipeout PS4, un nuovo gioco Quantic Dream, una stage demo di The Order: 1886, un tripla A di Sony London e una nuova esclusiva PS4 di Ninja Theory, che secondo le voci altro non è che un seguito di Heavenly Sword. Probabili invece un taglio di prezzo per PS3 e Vita, aggiornamenti su Project Morpheus e PlayStation Now e un’aggiunta sostanziosa di tripla A per la Instant Game Collection.

Sentirsela tanto.

Sul versante Microsoft, invece, i papabili per lo show E3 sembrano essere davvero tantissimi: oltre ai tanti progetti più o meno indie e più o meno diretti a Kinect (brr), infatti, si parla di Ryse 2 (seguito del gioco di lancio che ha convinto con più di un “ma), Halo 2 Anniversary, un nuovo Battletoads diretto solo all’Xbox Game Store, il nuovo titolo Epic Games, un Perfect Dark in terza persona (!!!), Fable Legends, un nuovo Phantom Dust e Gears of War : Lazarus di Black Tusk.

Ma non è tutto: tra le cose più grosse (se fossero vere) i ben informati parlano di un Forza Horizon 2 da pubblicare a stretto giro, una data di uscita per Halo 5 e Quantum Break (novembre), un gioco Platinum Games à la Viewtiful Joe e uno di Leap Experience Pioneers (?) à la Mass Effect (!!!) e un nuovo Crackdown per il 2015. Ma anche la messa in moto di Games with Gold per Xbox One non è da meno, se non fosse che i titoli usciti per 360 guardano quelli del PlayStation Plus con vergogna. Tra l’altro, tanto per ricordarsi che si tratta di rumor poco plausibili, in fondo alla lista c’era anche Fallout 4.

http://youtu.be/bMnjoqr5glk

La stampa che conta™, tra l’altro, in settimana ha potuto provare con mano Sunset Overdrive, altro titolo che presumibilmente si prenderà un bel po’ di tempo alla conferenza di LA. E meno male: il nuovo gioco Insomniac (che, ricordo, è un’esclusiva Xbox One) sembra proprio ganzo e scemotto quanto basta per rianimare anche uno spettacolo triste come una conferenza E3. Ma tanto, voglio dire, la faranno come al solito a notte fonda, qui laggente c’ha da lavorare, di notte si dorme, non ci sono più le mezze stagioni. No, comunque Sunset Overdrive sembra molto interessante, con quel suo take cazzaro all’apocalisse sparacchina. Staremo a vedere. Comunque giopep ha tradotto l’anteprima di là e ha avuto il primo moto di entusiasmo del 2014, potrebbe voler dire qualcosa.

Rassegna Kickstarter

A proposito di giopep: in settimana, durante la sua ronda su Kickstarter, l’uomo più amato dai gatti ha trovato due giochini interessanti. Il primo è The Way, platform-puzzle sviluppato dai polacchi di PlayWay, che si ispira ad Another World, The Heart of Darkness e Flashback. Mancano ventisei giorni al termine della raccolta fondi e nella notte è stato raggiunto il primo traguardo di 15.000, quindi direi che vedremo The Way farsi strada tranquillamente perlomeno su PC, Mac e Linux.

Trentamila dollari (di cui quasi ventimila già raccolti, con ancora 27 giorni a disposizione), invece, sono richiesti per portare a compimento Red Goddess, metroidvania degli spagnoli di Yanim Studio già approvato su Steam Greenlight e previsto per Windows, Mac, Linux, PS4, PS Vita e Wii U entro marzo 2015. In Red Goddess, il giocatore si ritroverà a controllare tre personaggi alle prese con un pianeta senziente, nemici da affrontare come puzzle e sezioni di esplorazione mentale che lèvati, Johnny Mnemonic.

That’s all folks! Alla prossima settimana con altri millemila caratteri di robe videoludiche!

Colonel Campbell's Art Soup #62

Colonel Campbell's Art Soup #62

Il telefilm di Street Fighter ha i pigiami colorati