Outcazzari

Sundaycast #52 - SOTY?

Ripercorriamo gli annunci e le notizie più o meno borderline della settimana, con il solito piglio borderline da giocatori borderline coi baffi che ci contraddistingue. E poi, ci serviva un modo per riempire in modo un po’ borderline le domeniche. Borderline.

Amici, amiche, in linea teorica avrei pensato che, dopo cinquantadue settimane, Sundaycast avrebbe compiuto un anno. Ma andando indietro, vedo che il primo appuntamento è saltato fuori il 27 gennaio (che data meravigliosa!), quindi devo aspettare la settimana prossima per tirare fuori champagne, cappellini scemi e trombette. Mestizia!

Ma definitive de che?

Eh.

Tomb Raider Definitive Edition è stato annunciato ai VGX come, appunto, la versione definitiva di Tomb Raider, destinata a sbarcare su Xbox One e PlayStation 4 nella migliore edizione possibile. Il problema di base è che, già all'epoca dell'annuncio, le genti di Eidos avevano puntualizzato che no, non c'è la possibilità di giocare in 3D, come invece possibile nella versione PC.

Ma vabbé, finché ci sono i capelli e le texture fighe va bene, no? Eh, insomma: venerdì sera è venuto fuori che la definitive edition girerà a 30fps (a 1080p). A questo punto appare chiaro che il mondo ha travisato il significato di Definitive Edition: non è definitiva nel senso che oh, figata, non può essere meglio di così... no, è che sarà l'ultima ad uscire. È l'unica spiegazione. Deve esserlo, dai... tra l'altro, non è ancora stato chiarito se quest'edizione truffa di Tomb Raider uscirà o meno a prezzo budget. Conoscendo il magico mondo dei videogiochi, prevedo già il danno e la beffa.

Quanto dura Ground Zeroes?

Momenti alti del videogioco.

Xbox Achievements ha pubblicato la lista degli obiettivi legati a Metal Gear Solid V: Ground Zeroes. Sono quindici. NeoGAF ha sbroccato. Tra le accuse che ricorrono più spesso figurano: “Kojima è una merda!” “Kojima ci vuole vendere un teaser a Phantom Pain!” eKojima abita a Riccione!”. E insomma, tutto qui. Ciao Fotone.

No Man's Sky vive

Il clima mite inglese. Ciao DeLu.

Attraverso un bel post sul blog ufficiale di Hello Games, il capoccia dello studio Sean Murray ha stillato un piccolo Q&A, per spiegare la situazione interna allo studio britannico dopo l'alluvione che l'ha colpito durante le ultime feste natalizie.

Murray ha chiarito che lo studio intende ripartire a mille, approfittando del nuovo anno come una ripartenza da zero, e che non intende rivolgersi a Kickstarter né per finanziare l'acquisto degli oggetti distrutti nell'alluvione, né per aiutare lo sviluppo di No Man's Sky. Sviluppo che, per la cronaca, è ripreso in pompa magna e non sembra subirà alcun ritardo. Evviva!

Steam Dev Days

Questa settimana, infine, si sono svolti gli Steam Dev Days, durante i quali il Gabe preferito dai videogiocatori ha detto alcune cose interessanti sul futuro della sua piattaforma di distribuzione. L'evento, come il nome lascia intendere, è riservato agli sviluppatori, ma fortunatamente siamo nell'era di internet, di Twitter e delle ordinanze restrittive, quindi sappiamo cosa è stato detto. Più o meno.

Innanzitutto, Newell ha detto che Greenlight è destinato a mutare sensibilmente, forse a scomparire del tutto. Gioia e giubilo, anche perché insomma, ogni volta che voglio cercare qualcosa da approvare divento scemo... evidentemente non sono il solo. Sempre Newell, poi, sembra aver ufficializzato che SteamOS è stato pensato per diventare un canale di distribuzione totale e globale che raccoglie film, serie tv, brani musicali e quello che vi pare. Sì, anche quello.

Lo Steam Controller: API specifiche, Bluetooth, due batterie AA, e la possibilità di collegarne fino a 16 al PC. Mah.

Ma, al di là di questi fattarelli secondari, la cosa più importante uscita dai Dev Days è la nuova configurazione dello Steam Controller, il pezzo d'hardware più ambito del 2014 (?). Niente più touchpad centrale, niente più quattro tasti messi un po' a caso, ma una configurazione più “normale”: rimangono i due disconi a sfioramento, spuntano un d-pad e quattro tasti nella tradizionale formazione A-B-X-Y. O forse otto tasti, quattro dei quali adibiti a funzioni da d-pad, non si capisce bene. Comunque, secondo GabeN, queste modifiche sono state apportate per migliorare la compatibilità con i giochi già disponibili nel catalogo... e, come dice Quedex, anche per ricevere altri feedback negativi sulla disposizione del tutto. Difficile dargli torto.

That's all folks! Alla prossima settimana con trombette e cappellini scemi! Yay!

Colonel Campbell's Art Soup #46

Colonel Campbell's Art Soup #46

Star Wars 1313 sembra ormai sottoterra