Sundaycast #47 - Joey Jordison è uscito dal gruppo

Ripercorriamo gli annunci e le notizie più o meno borderline della settimana, con il solito piglio borderline da giocatori borderline coi baffi che ci contraddistingue. E poi, ci serviva un modo per riempire in modo un po’ borderline le domeniche. Borderline. Tra la settimana sfighé e il ritorno delle gustose notizie di aleZ su queste pagine, lo ammetto, questo Sundaycast c'ha poco da dire a parte il cambio di immagine d'apertura. Anche perché sì, sorvolerò volutamente sul fatto che quel pirla di settimana scorsa si sia cuccato, oltre al rimborso, una Xbox One aggratis così, per amore della buona pubblicità. Che odio, jeez.

Fallout 4 sì, Fallout 4 no

Ha!

A proposito di settimana scorsa, tra un premio e l'altro mi sono dimenticato di menzionare l'hype della Madonna per il chiacchierato trailer di Fallout 4... trailer che, alla fine, non c'è stato: rumor e siti teaser si sono rivelati essere un riuscitissimo pesce d'aprile fuori stagione, tanto che, forse (ma anche no), i VGX si sono rivelati una sòla proprio per questa assenza. Comunque, non tutto sembra perduto (forse), visto che su Kotaku si parla di documenti scottanti, che non solo sembrano indicare che il gioco sia effettivamente in lavorazione, ma che parlano anche di Boston come location. Ovviamente, Fallout 4 non viene mai menzionato con questo nome, ma gli indizi sembrano tutti puntare in quella direzione... sarà, ma se al giornalismo "d'assalto" tipico di Kotaku ci aggiungete che la fonte è anonima, io qualche dubbio ce l'ho. Staremo a vedere.

CliffyB vuole fraggare

L'infanzia.

Che bel neologismo, fraggare. Comunque: il buon Cliffy, ancora nel bel mezzo del suo sabbatico, chiacchierando con gli ometti di Pointless Podcast ha fatto sapere che gli piacerebbe tornare a dedicarsi al più presto a un FPS competitivo degno di Unreal Tournament. Bleszinski si è detto voglioso di tornare al lavoro, magari con un suo studio indipendente, e desideroso di sfruttare come solo lui sa fare l'Unreal Engine, per "tornare alle origini" con un nuovo shooter in prima persona. Le cose sono due: o ci sta gabbando ancora, un po' come quando sfornava immagini senza senso a cadenza settimanale su Twitter, oppure è serio, e sta preparando davvero Unreal Tournament con i personaggi di Jazz Jackrabbit, e a quel punto non mi vedete mai più.

GOG e il recesso

Viva viva il diritto di recesso secondo Barney.

In principio furono i giochi senza DRM. Ora, GOG.com ha introdotto il diritto di recesso per l'acquisto dei videogiochi. Molto semplicemente, se entro trenta giorni dall'acquisto del gioco non siete soddisfatti per qualche motivo, potete chiedere indietro i soldi della transazione. Il fatto che questa iniziativa non sia stata ancora ritrattata può significare solo due cose: o gli utenti hanno premiato il sito con tutta l'onestà di cui sono capaci, o il loro backlog è ancora lungi dall'essere smaltito.

Video video video

http://youtu.be/8DO0l_hwoQ8

Chiudo con due video apparentemente scollegati, o forse no. Quello lì sopra è il trailer della seconda stagione di The Walking Dead di Telltale, che ovviamente non ho visto e che mi guardo bene dal guardare (punpunpun), visto che il primo episodio, All That Remains, è in uscita martedì, mentre quello lì sotto è quello di (un ipotetico) LEGO The Last of Us, che così a naso sembra meglio dell'originale.

http://youtu.be/Ab8ds7NmigE

That's all folks! Alla settimana prossima con pesci d'aprile, pezzi d'infanzia, diritti e video su non morti vari!

Ovviamente, il titolo di questa settimana è dedicato alla notizia musicale degli ultimi sette giorni. Vogliamo ricordarlo così.

L'Xbox One più amato dai ricettatori

Il Rainbow 6 che volevamo non si farà