Outcazzari

Sundaycast #41 - Dirk Nowitzki

Ripercorriamo gli annunci e le notizie più o meno borderline della settimana, con il solito piglio borderline da giocatori borderline coi baffi che ci contraddistingue. E poi, ci serviva un modo per riempire in modo un po’ borderline le domeniche. Borderline. Superati i postumi della Games Week, eccomi di ritorno alla conduzione di Sundaycast. Un ritorno che, tra l'altro, stava quasi per non avvenire, visto che mi stavo dimenticando di avere una rubrica settimanale. Due. OMG! No, a parte gli scherzi: settimana un po' fiacca, no? Ormai sono tutti alle prese con il lancio della next gen, e quelli che non lo sono si ritrovano a lamentarsi del fatto che Battlefield 4 (o Call of Duty?) gira a 720p da una parte e a 1080p dall'altra... cioè, veramente? Comunque, cerchiamo di chiudere anche questa settimana, ché ho le ultime dieci missioni di GTA V che attendono da troppo tempo.

Telltale a raffica

http://youtu.be/ilEB4KTTOIo

Giubilo nel regno! Con il trailer qui sopra, Telltale Games ha finalmente ufficializzato la seconda stagione di The Walking Dead e... e basta. Non una data, non un dettaglio... insomma, nulla che non si sapesse già. Cioè, in realtà hanno palesato il fatto che Clementine tornerà, ma in quanti ne dubitavano?

Ad ogni modo, a quanto pare gli sforzi per il futuro di Telltale non si fermano ai morti viventi e a The Wolf Among Us, ma prevedono altre IP definite "da sogno" dai due co-fondatori dello studio, Dan Connors e Kevin Bruner. Durante un Q&A su Reddit, i capoccia dello studio californiano hanno dichiarato di non vedere l'ora di annunciare ufficialmente questi nuovi progetti, escludendo comunque che si tratti di materiale basato sulla licenza di Star Wars (una precisazione dovuta al fatto che gran parte dei Telltale è formata da ex dipendenti LucasArts, e quindi fan dell'opera del nano vestito di flanella).

Dopo la conferma ottenuta con l'ottimo primo episodio di The Wolf Among Us, non resta che attendere con trepidazione questa seconda stagione di The Walking Dead e questi nuovi progetti, magari su console di prossima generazione.

Il fatto Humble Bundle

In settimana è successa una roba al limite del drammatico, legata agli amatissimi Humble Bundle. Per chi ha vissuto sotto un masso nell'ultimo anno e mezzo, gli Humble Bundle sono quella cosa bellissima che succede, a intervalli regolari, sul sito https://www.humblebundle.com, e che permette a chi capita da quelle parti di acquistare un buon numero di giochi con un'offerta libera (e quindi, potenzialmente, anche a un paio di dollari). I giochi acquistati diventano subito disponibili in diverse modalità, tra le quali ci sono anche le "chiavi" da registrare su Steam.

Ora, una delle cose più belle di questi bundle è che spesso, tra questi giochi acquistati a due soldi, capitava il Facchetti della situazione, la roba ricorrente che registravi la prima volta, tanto per non buttarla via, ma poi ti capitava ancora (e ancora, e ancora) e finivi per regalare agli amici (o agli amici di Outcast, diventati famosi per i loro giveaway ricchi di insulti). Beh, da ora in poi ogni Humble Bundle acquistato verrà legato al proprio account di Humble, che a sua volta è legato all'account Steam dell'utente. Questo significa che ogni gioco contenuto nel bundle verrà aggiunto alla libreria di Steam, senza che vengano generati codici da smerciare agli amici e conoscenti.

Probabilmente la cosa non influirà mortalmente sulle vendite dei bundle, ma è certamente una notizia che interesserà più di un videogiocatore... diamine, interessa anche noi: come faremo a continuare con i nostri fantabulosi giveaway? Chi mi insulter,à adesso? No, vabbé, domanda fin troppo facile.

That's all folks! Buone e cattive notizie in egual misura, per non scontentare nessuno... la prossima settimana, magari, vediamo di fare meglio.

Colonel Campbell's Art Soup #35

Colonel Campbell's Art Soup #35

Ho fallito l'upgrade di Games Week 2013