Sundaycast #2 – Tradizioni, clienti e cubi

Una rubrica inventata da Nabacchiodorozor, che evidentemente c’ha un sacco di tempo da buttar via, perché pensava potesse essere il caso di riempire un po’ le vostre domeniche. Con cosa? Con robe a caso, dai. Settimana di recensioni qui su Outcast, ma anche di nuove rubriche, di annunci più o meno clamorosi, di infiniti lavori sottobanco e, soprattutto, di secondo appuntamento con Sundaycast, che in appena due numeri ha già la lugubre tradizione di aprire con la notizia di una chiusura eccellente.

Ma siccome le tradizioni si rispettano, oh, che volete farci?

Junction Point ha chiuso

Ebbene sì, il team di Warren Spector, creatore del primi due Deus Ex (agevolo monografia), di System Shock e dei due Epic Mickey è stato chiuso da Disney Interactive, che ha reso ufficiali le voci che circolavano nell'industria attraverso un comunicato su Gamasutra.

Comunicato che, a parte i ringraziamenti a tutto il team e allo stesso Warren Spector, non indaga troppo sulle cause che hanno portato alla prematura scomparsa dello studio, lasciando intendere quindi un'altra chiusura figlia della situazione economica attuale, oltre che della difficoltà di mantenere vivo uno studio di grossa portata e, soprattutto, che non ha saputo svoltare con Epic Mickey 2, dimostratosi incapace di convincere critica e pubblico.

Warren Spector, dal canto suo, non ha potuto che incassare il colpo, cambiare la sua posizione lavorativa su Linkedin e scrivere una lettera aperta sulla sua pagina Facebook, commentando la chiusura di Junction Point e raccontando di come, nonostante l'amaro epilogo, quello con la Disney sia stato un momento magico, pieno di belle persone, dai fan ai collaboratori, e che è comunque fiero di aver scritto un piccolo pezzo di storia Disney con Epic Mickey e di aver “riabilitato” la figura di Oswald, protagonista assieme a Topolino di Epic Mickey 2.

Spector ha inoltre dichiarato di non sapere cosa lo aspetta nel prossimo futuro. Personalmente, noi non possiamo che augurargli il meglio, anche perché qui su Outcast, al Warren, gli si vuole bene: l'abbiamo pure intervistato!

Il cliente ha sempre ragione?

http://youtu.be/aJiSPaVVgrE

Se non avete familiarità con l'inglese, probabilmente il video qui sopra non vi dirà molto, quindi riassumerò la gustosa vicenda: tale Timothy, durante le passate festività, ha ricevuto in dono Halo 4 (agevolo recensione). Purtroppo il suo disco è risultato difettoso, il che ha spinto Timothy a scrivere a... Bungie. Evidentemente ignaro del cambio della guida al timone della serie, infatti, il buon Timothy ha recapitato la copia difettata all'ex studio responsabile di Halo, ora passato in mano ai 343 Industries, pretendendo una copia funzionante in quanto impossibilitato a sostituire la sua copia in negozio.

Per tutta risposta, Timothy ha ricevuto, oltre al video qui sopra, che lo rende partecipe degli ultimi eventi avvenuti nella grande famiglia di Master Chief, una copia funzionante del gioco, fornita proprio da Bungie, che non voleva che un fan di Halo si perdesse un grande gioco.

Insomma, simpatia, cortesia e onestà intellettuale... cosa si può volere di più, da Bungie? Un gioco non sviluppato da loro, ad esempio.

MinecrART

Per concludere il Sundaycast di oggi, la galleria viene dritta dalle stupende pagine di Dead End Thrills, che proprio come Electric Blue Skies (agevolo Podcast), è un sito che ci illustra l'arte dei videogiochi attraverso gli screenshot. Le immagini, come avrete capito dal titolo, provengono dalla modalità editor di Minecraft per PC (agevolo recensione della 360 edition), adeguatamente “pompata” con filtri OptiFine HD e shader SEUS e GLSL. Per trovare queste ed altre immagini a risoluzione smodata, la pagina è questa. Buona visione!

[nggallery id=177]

That's all folks, come Sadako vi rimando a settimana prossima, sperando che nel frattempo non chiuda qualcun altro. Ehi, niente gesti apotropaici, scostumati!

Videopep #41 – Convalescenza

Videopep #41 – Convalescenza

Old! #1 – Febbraio 1973