Outcazzari

Sundaycast #19 - Calici, console e commenti

Una rubrica inventata da Nabacchiodorozor, che evidentemente c’ha un sacco di tempo da buttar via, perché pensava potesse essere il caso di riempire un po’ le vostre domeniche. Con cosa? Con robe a caso, dai. Quasi a voler sottolineare l’inutilità della scorsa settimana, questa domenica ci sarebbe da raccontare una mezza valanga di cose. Tralasciando come al solito la roba meno gustosa e avendo già detto di Humble Bundle, PS Vita apparentemente salve e del ripieno del cubo di Molyneux (che brutta immagine), andiamo a vedere che è successo nel mondo dei videogiuochi negli ultimi sette giorni.

Schafer trova il calice

Dopo aver raccolto tre milioni di dollari per Broken Age (allora solo Double Fine Adventure), Schafer torna sui verdi lidi di Kickstarter per proporre Massive Chalice, tattico strategico fantasy per PC e Mac ideato da Brad Muir, mente dietro Iron Brigade e già programmatore in quel di Double Fine all'epoca di Psychonauts e Brütal Legend.

Tattico strategico, si è detto, che divide le due parti: da un lato la strategia, con il giocatore che interpreta un un re (o una regina) immortale che deve gestire il regno, i suoi abitanti e prendere le decisioni chiave per la società, e dall'altro il lato tattico, dove le truppe di eroi che scendono in battaglia possono crescere e migliorare, facendo evolvere le proprie caratteristiche grazie all'esperienza data dall'età e ai modificatori dovuti all'equipaggiamento, proprio come succede anche in X-COM: Enemy Unknown, Final Fantasy Tactics o Fire Emblem. Parallelamente a quanto accade proprio in Fire Emblem Awakening (rinfrescatevi la memoria con la recensione del nostro Chrono), infatti, gli eroi possono essere “selezionati” durante la fase strategica per mettere su famiglia e crescere una nuova stirpe di guerrieri, o lasciati morire sul campo di battaglia senza che possano ritornare grazie al fetentissimo permadeath.

Vi siete gustati il filmato, avete letto di che si tratta... se siete convinti, ormai non vi resta che andare sulla pagina Kickstarter del progetto e versare l'obolo. Con 150 €, tra le altre cose, vi portate a casa pure una maglietta.

SEGA Spectrum… ?

Che mondo sarebbe, senza NeoGAF? Questa settimana, quel pazzo pazzo forum ha scovato il logo “Spectrum” che trovate qui sopra. La cosa interessante è che il logo in questione è stato registrato da SEGA. Potete immaginare come sia facile fare 2+2 in situazioni del genere e venirsene fuori con l'ipotesi di una nuova console targata SEGA. Il fatto che, sotto al logo, ci sia la data del 12 giugno, in pieno E3, non può che alimentare questa ipotesi. Ne sapremo di più nel sicuramente corposo appuntamento di Sundaycast del post-Los Angeles.

Il mistero si infittisce se si pensa che Corey Marshall, storica voce di Ryo Hazuki (che è ovviamente il protagonista di Shenmue), è apparso in settimana negli studi SEGA, come si apprende grazie ad alcune foto pubblicate proprio da Marshall sulla sua pagina Facebook. Se consideriamo che Yu Suzuki vuole da sempre concludere la saga, anche qui, c'è il rischio che qualcosa di serio bolla in pentola. Staremo a vedere.

http://youtu.be/D-sIkDWfccU

Chiudiamo il triello di SEGA senza mistero, ma con una certezza: quello che vedete qui sopra è il primo trailer di Sonic Lost World, primo dei titoli esclusivi di Sonic per le console Nintendo annunciati nell'ultimo Direct. Poco gameplay, tanti personaggi nuovi, un retrogusto di Super Mario Galaxy e una strana sensazione di titolo bello, per la prima volta da quando conosco Sonic. Sarò mica malato?

Strascichi

http://youtu.be/KbWgUO-Rqcw

L'annuncio di Xbox One di settimana scorsa, come prevedibile, ha portato a un sacco di conseguenze. La più clamorosa di tutte, probabilmente, è che Microsoft ha disabilitato i commenti ai video su YouTube relativi alla prossima console, visto che i primi non erano esattamente lusinghieri, soprattutto per quanto riguarda la scelta di adottare sistemi di DRM contro l'usato.

Sempre i simpaticoni di NeoGAF, infatti, presa coscienza dell'impossibilità di esprimere il proprio dissenso a Microsoft attraverso YouTube (e cercando di fargli, se possibile, uno sgarbo ancora maggiore), hanno creato una campagna Twitter (attraverso gli hashtag #PS4NODRM e #PS4USEDGAMES) per convincere Sony a non includere DRM e lasciare la possibilità agli utenti di giocare con titoli usati. Sony ovviamente non ha preso posizioni, dimostrandosi ancora una volta possibilista nel lasciare inalterato lo status quo che ha tenuto a galla questa generazione di console, ma si è comunque congratulata con i fan attraverso un tweet di John Koller, capo marketing di SCEA.

Ovviamente, anche Larry “Major Nelson” Hryb (ma come diavolo si pronuncia? Comunque, è il ciarliero director of programming di Xbox Live) si è affrettato a dire che non c'è nulla di definitivo riguardo a quanto circolato in rete nei giorni dell'Xbox Reveal, e che in Microsoft si sta tenendo conto del parere degli utenti durante la “limatura” degli ultimi dettagli della console. Anche qui, purtroppo, temo di dover concludere con un “ne sapremo di più all'E3”.

Scaldacuore

Prima di chiudere, comunque, una buona notizia: Disney ha rinnovato il marchio Maniac Mansion sul territorio americano per quanto riguarda l'utilizzo in videogiochi, pubblicazioni cartacee e abbigliamento. Ovviamente niente sviluppo made in LucasArts, e ovviamente nessuna certezza che si vada incontro ad un nuovo titolo della serie, almeno a stretto giro di tempo. È giusto dovere di cronaca, ché si sa che certi nomi stringono il cuore, basta leggerli.

That's all folks! Alla prossima settimana!

Colonel Campbell's Art Soup #13

Colonel Campbell's Art Soup #13

Old! #17 – Giugno 1973