Outcazzari

Sundaycast #15 - Class action, teaser e trailer

Una rubrica inventata da Nabacchiodorozor, che evidentemente c’ha un sacco di tempo da buttar via, perché pensava potesse essere il caso di riempire un po’ le vostre domeniche. Con cosa? Con robe a caso, dai

Come si diceva settimana scorsa, non c’è festività che tenga: il mondo dei videogiochi va sempre avanti e propone sempre argomenti con cui far parlare gli appassionati. Questa settimana non c’è un vero e proprio fil rouge che collega le varie notizie, probabilmente a causa dell’influenza oscura del concertone del primo maggio, che tende a mischiare i generi per il bene superiore dell’intrattenimento.

Non so più cosa sto dicendo, meglio cominciare con le notizie della settimana.

In tribunale nessuno può sentirti urlare

Anche se non ne abbiamo mai parlato su queste pagine, potrebbe esservi arrivata all’orecchio la notizia che Aliens: Colonial Marines non sia esattamente uscito un bijoux, soprattutto rispetto alle demo fieristiche e i filmati che giravano prima dell’uscita del gioco, che lasciavano intravedere un gioco quantomeno interessante.

Il titolo firmato SEGA e Gearbox ha raccolto insulti e insufficienze da tutti quelli che non stavano casualmente organizzando una mostra a tema Alien nel proprio museo, causando le ire degli speranzosi videogiocatori e ben due class action ai danni del gioco. Se nel Regno Unito la Advertising Standards Agency ha imposto a SEGA di ammettere la discrepanza tra i trailer e il gioco finito, la class action organizzata negli Stati Uniti ha posto l’attenzione sulla superiorità tecnica delle demo fieristiche rispetto al prodotto finito e sulla data di pubblicazione delle recensioni del gioco, che coincideva con la data d’uscita del gioco affinché gli acquirenti non venissero informati delle “qualità” di Aliens: Colonial Marines prima di acquistarlo.

Secondo Polygon, le richieste sono di un rimborso per chiunque ha acquistato il gioco, perché "ingannato" da produttore e sviluppatore. Se avete comprato anche voi Aliens: Colonial Marines, potreste organizzarvi anche voi e indire una class action italiana. O al limite mettere su una proiezione privata di Alien per lenire le ferite dello spirito.

ZOE non si farà

Brutte notizie per chi aspettava il nuovo capitolo di Zone of the Enders: dalle pagine di Siliconera arriva infatti la notizia ufficiosa che Kojima Productions ha messo fine ai lavori sul progetto conosciuto anche come Enders Project.

Le prime notizie del nuovo Z.O.E. risalgono all'anno scorso, ma da allora non se ne è saputo più nulla. Ora, apparentemente, Kojima ha riassegnato il team che seguiva il progetto per poter distribuire al meglio le risorse interne al suo studio e per valutare il riscontro dei fan riguardo l'eventualità di vedere un nuovo capitolo di Zone of the Enders.

Nonostante la fonte attendibile, considerando lo stato ufficioso della notizia non è da escludere che questa si riveli essere l'ennesima macchinazione orchestrata da Kojima, tantopiù che siamo in clima E3 e di next gen. Staremo a vedere.

Retro tornerà

Hiro Yamada, dalle pagine di Official Nintendo Magazine UK, ha parlato di come Retro Studios sia pronta a mostrare il suo primo titolo Wii U durante le prossime settimane. Il fatto che sia Monster Games ad occuparsi del porting di Donkey Kong Country Returns su 3DS piuttosto che gli stessi Retro Studios, lascia intendere come lo studio americano sia concentrato su qualcosa di più sostanzioso.

Cosa sarà il nuovo titolo targato Retro Studios è difficile immaginarlo: si tratterà di una nuova proprietà intellettuale, un nuovo capitolo della saga di Metroid o un nuovo titolo con protagonista Donkey Kong? O magari sarà un altro franchise della grande N a finire tra le sapienti mani del team americano? Ovviamente non possiamo ancora saperlo. Quello che è quasi sicuro, però, è che l’annuncio arrivi durante i prossimi Nintendo Direct, probabilmente in quello di giugno, visti i recenti ridimensionamenti della presenza Nintendo all’E3.

Video assortiti

http://youtu.be/ktoJVDIGrnU

Da un teaser misterioso a uno più “tangibile”: Infinity Ward ha infatti annunciato il nuovo Call of Duty: Ghosts con il teaser trailer che vedete qui sopra. Sebbene Call of Duty non appaia quasi mai sulle nostre pagine borderline (la giustificazione ufficiale potrebbe essere “linea editoriale”, ma potrebbe anche essere semplicemente zero voglia di avvicinarsi anche lontanamente a un qualsiasi Call of Duty), il trailer in questione va riportato anche solo per la notizia geek del nuovo motore grafico, che muoverà i soldati sulle console di prossima generazione.

Al di là del nuovo motore grafico, è interessante sapere che nuove informazioni riguardanti Call of Duty: Ghosts verranno annunciate durante l’evento Xbox del 21 maggio, il che non può che dare un nuovo peso ad alcune voci circolate nei giorni scorsi, che parlavano di un’esclusiva terze parti di peso al lancio della nuova console Xbox. L’evento Microsoft dista ormai meno di venti giorni, non ci resta che aspettare e scoprire cosa ci riserverà Activision.

http://youtu.be/Bf38HiYPMiI

Cosa ci riserverà Rockstar, invece, lo sapete già da tempo e lo vedete anche qui sopra: Grand Theft Auto V. Con quest’ultimo trailer, i ragazzi di Rockstar Games ci mostrano i tre protagonisti del prossimo GTA in tutto il loro basso splendore.

Nei tre minuti di video facciamo conoscenza con il ricco Michael, che in balìa di una crisi di mezza età e una moglie infedele decide di combattere il logorio della vita moderna ficcando il naso nella criminalità, ma anche con Franklin, che vuole cambiare la sua vita fatta di gang rivali e violenza che richiama un sacco San Andreas, e con Trevor, spacciatore di periferia non propriamente amichevole e anche piuttosto pazzo.

Per ampliare ulteriormente la conoscenza col trio è necessario aspettare l’uscita nei negozi del gioco, fissata per il 17 settembre su PlayStation 3 e Xbox 360. Sempre che all’E3 non si sappia qualcosa di più, magari accompagnato dall’annuncio della pubblicazione di GTA V anche per le console di prossima generazione. Vai a sapere.

That’s all folks! A settimana prossima!

Colonel Campbell's Art Soup #9

Colonel Campbell's Art Soup #9

Old! #13 – Maggio 1973