Sundaycast #125 - Escapismo

Ripercorriamo gli annunci e le notizie più o meno borderline della settimana, con il solito piglio borderline da giocatori borderline coi baffi che ci contraddistingue. E poi, ci serviva un modo per riempire in modo un po’ borderline le domeniche. Borderline. Amici ma soprattutto amiche, eccoci con il centoventicinquesimo appuntamento per Sundaycast, la rubrica delle notizie della settimana in cui arricciarsi il baffo è più importante della notizia stessa. O giù di lì.

Anche questa settimana, come succede regolarmente ormai da qualche appuntamento, mi lamenterei della scarsità di notizie davvero interessanti… se non fosse che la dipartita di un ancora giovane Satoru Iwata ci ha ricordato che le sfighe sono ben altre.

Non c’è giustizia.

Batman PC Knight

https://youtu.be/YzVInKsmRzs

Da qualche parte, durante la prossima settimana dovrebbe arrivare la nostra recensione a firma Ottimo Zampini di Batman: Arkham Knight (#hype). Per quanto riguarda una versione giocabile anche su PC dell’ultima fatica Rocksteady, invece, dovremmo assemblarci un PC degno di Quedex attendere almeno settembre. Stando a Kotaku Australia e una sua fonte interna a EB Games, infatti, non si avranno notizie del Cavaliere Oscuro almeno fino alla prossima primavera, che nella terra dei canguri comincia proprio intorno a settembre.  Di seguito possiamo vedere le più alte cariche Australiane mentre reagiscono a questa incresciosa notizia.

https://youtu.be/HV_O3BA5e28

No Publishers’ Sky

https://youtu.be/amrbKPKYlB8

Ormai No Man’s Sky è entrato in un limbo di odio/amore: siamo tutti contenti di vederlo cicciare fuori a ogni grosso evento con tutta la sua magnificenza procedurale, ma allo stesso tempo siamo discretamente tristi di non poterci mettere le mani una volta per tutte. Comunque sia, Sean Murray, direttore del progetto in Hello Games, ha spiegato che l’anima indie del progetto è molto importante per lo studio.

“In molti si sono detti interessati, proponendoci fondi e aggiunte al team. Abbiamo preso in considerazione le offerte, ma alla fine abbiamo rifiutato perché ci sembrava non potesse funzionare. Avevamo un’idea precisa del progetto, forse non riusciremo a soddisfare le aspettative che si sono create, ma noi siamo sicuri di poter creare il gioco su cui abbiamo deciso di lavorare”. E insomma, pur di mantenere lo spirito indipendente e di non scendere a troppi compromessi, il gioco continuerà a essere sviluppato con la debita calma. Facendoci dannare.

Unreal mon amour

https://youtu.be/lmhjqLxRIPs

Qualche settimana fa vi avevo mostrato un bizzarro, seppur interessante, Super Mario ricreato con l'Unreal Engine 4. Questa volta tocca al nemico di mille battaglie del nostro idraulico preferito, ovvero Sonic. L'utente di YouTube CryZENx ha infatti buttato il porcospino blu nell’universo in altissima definizione dell’Unreal Engine 4, con tanto di 1080p e 60 frame al secondo.

Game over man!

Randy Pitchford, CEO di Gearbox, durante un botta e risposta su Twitter a seguito del suo intervento a Develop, ha “confessato” di aver investito più di dieci milioni di dollari su Alien: Colonial Marines. [Inserire qui battuta passabile di querela].

In realtà, tra le varie cose saltate fuori durante il suo intervento alla fiera inglese, Pitchford ha parlato della sua volontà di riportare sugli scaffali Duke Nukem. “Non abbiamo rilevato il franchise solo per Forever. [...] Stiamo pensando a un nuovo episodio, non ci mancano spunti e idee ma in Gearbox abbiamo già troppi progetti in corso, dovremmo necessariamente affidare il gioco a uno studio esterno ma, anche in questo caso, si tratterebbe di una difficile sfida”. Insomma, in Gearbox ci tengono a investire duro sull’orrido, di quando in quando.

Jade

Disperata dalla situazione che si era venuta a creare su internet, in cui tutti usavano continuamente la stessa foto per parlare di lei, Jade Raymond ha concluso il suo anno sabbatico post-Ubisoft e si è accasata a Electronic Arts, con tanto di nuova foto da riciclare ad libitum. La Raymond sarà a capo dello studio canadese Motive Studios, ma si occuperà anche di supervisionare i progetti di Visceral Games e collaborerà attivamente a un nuovo gioco di Star Wars sceneggiato da Amy Hennig, scrittrice precedentemente in forze a Naughty Dog.

Vanilla

dc-sorcerer

Prima di salutarvi, chiudo in bellezza segnalando che domani a mezzogiorno, sulla piattaforma NicoNico, Vanillaware e Atlus ci illustreranno il loro nuovo progetto insieme, due anni dopo quel Dragon’s Crown che fece esaltare i più, anche grazie a un’art direction esagerata.

That’s all folks! Alla prossima settimana con altre art direction esagerate!

Amore Chirottero, la recensione di Batman: Arkham Knight

Old! #120 – Luglio 1995

Old! #120 – Luglio 1995