Outcazzari

Sundaycast #117 - L'annuncio degli annunci

Ripercorriamo gli annunci e le notizie più o meno borderline della settimana, con il solito piglio borderline da giocatori borderline coi baffi che ci contraddistingue. E poi, ci serviva un modo per riempire in modo un po’ borderline le domeniche. Borderline. Amici ma soprattutto amiche di Sundaycast (mi stancherò mai di scriverlo?), benvenuti a un altro roboante appuntamento con le notizie della settimana che va a concludersi. Siamo sempre più vicini all’E3, all’estate e a tutte le cose belle che essa comporta, dunque questo mese di maggio si sta dimostrando piuttosto interminabile, infierendo su ogni ferita dell’anima con teaser trailer e annunci-degli-annunci. Perché pur di montare l’hype per una fiera (che quasi sicuramente lascerà pochino) si metterebbero pure ad agitare lo sbattitore da cucina.

Dove andremo a finire.

Need for spritz

https://youtu.be/7AqXTjbxf8s

Quello che vedete qui sopra è il teaser trailer che EA ha distribuito per informarci che all’E3 vedremo il nuovo Need for Speed, sorpresa sorpresa. Sviluppato da Ghost Games, già responsabili di NFS:Rivals, il nuovo capitolo della saga vedrà (probabilmente) il ritorno della poliZia in qualità di guastafeste, anche se la macchina verde acido e il look cittadino tendente al marrone lasciano presagire un ritorno all’epoca dei due Underground, due dei capitoli più amati dai fan, che ne bramano il ritorno. Trovandoci in un momento in cui gli sviluppatori/publisher vogliono accontentare il pubblico a tutti i costi pur di incassare facile, mi sembra un ottimo momento per tornare. Comunque staremo a vedere, anche perché EA si è affrettata a specificare che si tratterà di un reboot, nonostante sia risaputo che i giochi di guida non abbiano una trama.

Duum

https://youtu.be/f3UpX1CMEMQ

Altro giro, altro regalo: sempre qui sopra trovate addirittura tre secondi (su undici) del nuovo Doom, protagonista annunciato della conferenza Bethesda (sempre che non arrivi Fallout 4) che si terrà il 15 giugno a Los Angeles. Ma, purtroppo, non si tratta neanche di tre secondi particolarmente significativi... l’unica volta che il gioco è stato mostrato, dietro le porte chiuse dello scorso Quakecon, i fan hanno dovuto incollarsi i pezzi di cervella esplosi qua e là. Noi, dopo questo, al limite dobbiamo incollarci le braccia, cadute rovinosamente a terra.

Tre secondi di teaser, dios mio.

Battlewatch…?

https://youtu.be/bK9A7fZs71Q

Continuiamo la lista di gente che conferma la presenza con Gearbox, che stranamente uscirà dalla strada già battuta dei Borderlands per arrivare all’E3 con Battleborn, il suo nuovo FPS/MOBA/whatev. Oh, che poi, esci dalla strada già battuta per metterti nella scia di Overwatch… io, per dire, recuperando le notizie della settimana pensavo che almeno uno dei due video di gameplay del prossimo sparatutto Blizzard fosse relativo a Battleborn, e invece niente video, neanche tre secondi di un mostrillo. Dove andremo a finire.

https://youtu.be/lmt5O7Hxz6k

Bloodborn(e)

Nonostante le inevitabili supposizioni/speranze dei fan, non si avevano notizie certe su eventuali DLC di Bloodborne, il gioco delle bestemmie che tanto ci ha fatto parlare (e scrivere). Su Twitter, però, nientemeno che Shuei Yoshida di Sony ha confermato l’arrivo di almeno un contenuto aggiuntivo per l’ultima opera di Miyazaki. Resta da capire se si tratterà di un DLC pensato per allargare il già immenso mondo di gioco e dipanare un po’ dell’affascinante oscurità della narrativa, o “solo” qualche nuovo dungeon procedurale e relativo bottino. Di (quasi) sicuro, c’è che l’occasione è ghiotta per riportare sul palco dell’E3 uno dei giochi più chiacchierati dell’anno.

Ninja Theorì

 

Finiamo la farsa degli annunci degli annunci della conferma di ricezione della prenotazione di un posto con Ninja Theory: lo studio inglese, via Twitter, sarà presente a LA, e il 10 giugno mostrerà i progressi dello sviluppo e il primo filmato di gameplay di Hellblade, la nuova IP dello studio che, come raccontavano alla GDCE 2014, vuole essere innanzitutto un baluardo dei “tripla A indipendenti”.

Eroi mondiali

https://youtu.be/0wZa5c7jfnU

Scrolliamoci di dosso il tedio dell'industria d'oggigiorno con due eroi, praticamente anonimi, saltati alla ribalta grazie alla pagina/sito Chiamarsi "Bomber" tra amici senza apparenti meriti sportivi, pilastro dei tifosi calcistici 2.0.

Tali N.R. e L.C. stanno infatti giocando ancora oggi, con calma serafica e annegando il tutto con cola del discount, a Premier Manager Novanta Nove. In undici anni di gioco sono arrivati al 2800, in cui tutte le squadre ospiti vincono con risultati più che tennistici e giocatori del calibro di Per Beeney sono molto più che divinità... ma non è finita: il traguardo, inevitabilmente, è l'anno 3000. Ce la faranno i nostri eroi? Non lo so, intanto metto il like all'apposita pagina. Forse.

That’s all folks! Alla prossima settimana con altra inutilità!

Colonel Campbell’s Art Soup #115

Colonel Campbell’s Art Soup #115

Old! #113 – Maggio 2005

Old! #113 – Maggio 2005