Square Enix ha paura di Final Fantasy VII

Il tormentone legato al remake di Final Fantasy VII assume toni surreali nelle ultime dichiarazioni firmate Yoichi Wada, presidente Square Enix, tradotte da Andriasang. Parlando agli investitori (agli investitori, non a una combriccola di fan), Wada afferma che il remake del gioco suddetto non si farà "finché la serie Final Fantasy non tornerà ai livelli di un tempo". O meglio, ai livelli dello stesso Final Fantasy VII. In altre parole, il presidente Square Enix è sulla stessa linea di chi ritiene Final Fantasy ormai sul viale del tramonto in ambito RPG e come qualità complessiva.

Secondo Yoichi Wada, pubblicare oggi il remake di un "monumento" come Final Fantasy VII, con le capacità dei team interni attuali, vorrebbe dire andare incontro a un fallimento storico. Ecco perché non l'abbiamo mai visto realizzarsi nonostante i rumor ci fracassino le cosiddette ne parlino da oltre dieci anni.

Microsoft (non) farà il suo smartphone

L'Opinionista # 16 - Nintendo: c'hai fatto cascà le... speranze