Sony teme Nintendo, Nintendo non teme Apple

In due dichiarazioni distinte espresse da dirigenti di Sony e Nintendo vengono specificate alcune reazioni riguardo concorrenti più o meno diretti. Iniziando da Sony, l'azienda giapponese "parla" per voce di Jim Ryan (presidente di SCEE) al sito Gamesindustry e dice di considerare Wii U come un potenziale rischio nei confronti del marchio PlayStation. Ryan spiega comunque che il brand PlayStation resta molto forte e che il bersaglio di trenta milioni di hardware venduti (tra console home e portatili) resta immutato per l'anno fiscale corrente.

A sua volta, Nintendo si dimostra baldanzosa nei confronti di una concorrente più o meno diretta: Apple. Il presidente di Nintendo Satoru Iwata si è detto tranquillo circa la possibilità che la società di Cupertino lanci una propria TV multimediale, spiegando come gli acquirenti siano restii a cambiare il proprio apparecchio televisivo a prescindere dalla gamma di servizi eventualmente offerti dalla fantomatica Apple TV. Il ciclo di vita di una TV secondo Iwata si aggira attorno ai dieci anni: c'è ancora tempo, dunque, per iniziare a preoccuparsi. O no?

Ogni scarrafone è bello a Indie Royale

Nintendo stava per levare lo schermo dal GamePad Wii U