Solo EA poteva fare un Dungeon Keeper così

La nuova rivisitazione free to PAY di Dungeon Keeper per Android sta mandando su tutte le furie l'internet, o almeno chi si ricorda dell'originale per PC. Il punto della questione è rappresentato dagli spot integrati che spingono gli utenti a dare il voto più alto su Google Play, visualizzando ripetutamente le famose cinque stelle. Scegliendone invece una, si viene rimandati a un questionario sulla pagina di supporto clienti. Nessuno, a quanto pare, ha capito che si può chiudere la stessa finestra toccando la X rossa.

Simili pratiche sono già apparse altrove e non rappresentano certo una novità. Nel caso specifico, però, sono affiancate ad acquisti in-App osceni e al fatto che, ancora una volta, Electronic Arts è andata a stravolgere un vecchio classico. Dulcis in fundo, anche Peter Molyneux (creatore del Dungeon Keeper originale) spala letame sulla nuova edizione parlando alla BBC.

Il lieto fine? Pare che anche quest'anno EA sarà votata "peggior compagnia d'America"  ma lo sapremo solo in primavera, quando viene assegnato l'oscar a forma di cacchetta.

Aspetta e spera (tanto) per Watch Dogs su Wii U

Colonel Campbell's Art Soup #49

Colonel Campbell's Art Soup #49