Shigesato Itoi ricorda Iwata

Chi l’avrebbe mai detto che nel cuore di luglio la giornata potesse sembrare di fredda pietra. Parlare è inutile, ma ascoltare può lenire, se a parlare è un grande. E Shigesato Itoi, il creatore di Mother, è non solo un grande, ma anche un grande amico di Iwata-san. Sentiamo allora come saluta l’amico all’indomani della sua partenza, dalle pagine del suo blog (mia traduzione dall’inglese di Yomuka)

Non ha importanza il modo in cui avviene l’addio. Io penso che ci sia solo da dire “ci incontreremo di nuovo”. Siamo amici, no? Ci rivedremo ancora. Non c’è niente di strano nel dirlo. “Ci si vede”.

Sei partito per un viaggio che ti porta molto, molto lontano, anche se era stato stabilito che l'avresti intrapreso solo tra molti anni. Ti sei messo il vestito buono, hai detto “scusate se non vi ho avvertito prima”. E l’hai detto sottovoce.

Ti sei sempre messo in secondo piano: prima aiutavi tutti quelli che ne avevano bisogno. Eri talmente generoso con gli amici che questo tuo viaggio è forse il tuo primo vero atto di egoismo.

Non riesco ancora a capacitarmi di quanto è successo. Mi sembra che da un momento all’altro potrei ricevere una mail spensierata in cui mi chiedi che faccio a pranzo – dopo esserti cautelato che io non abbia altri impegni, ovviamente.

Puoi invitarmi quando ti pare. Io farò lo stesso.

Per ora, restiamo d’accordo che ci si vede. Chiamami quando vuoi, anch’io lo farò. Ci sono ancora tante cose di cui voglio parlarti. Se mi vengono in mente idee particolarmente valide te lo faccio sapere.

Quindi incontriamoci, dai.

Be’, in realtà credo che siamo già insieme. Qui, ora.

Facciamoci piccoli piccoli.

Videopep #108 – I miei giochi di giugno 2015

Videopep #108 – I miei giochi di giugno 2015

L'addio breve ma sincero a Satoru Iwata