Sfruttiamo il Gamepad con i Game & Wario!

Game & Wario non ha forse beneficiato di un annuncio in pompa magna da parte di Nintendo, ma il fatto che sia sempre stato presente in forma giocabile negli stand delle varie fiere, a partire dall'E3, dimostra che la grande N è conscia dei favori del pubblico di cui godono i minigiochi a marchio Wario, ed è quindi intenzionata a riproporli sulla prossima console ammiraglia. Da bravo giocatore dei WarioWare dai tempi del Gameboy Advance, ho approfittato della presenza di Game & Wario allo stand Nintendo presente a Milano in occasione della Games Week per farmi un'idea di quello che potremmo provare nei nostri salotti, GamePad alla mano. Pur essendo il seguito spirituale dei vari WarioWare, per sfruttare di più le varie funzionalità del super tablet di Wii U, il gioco non presenta più quel numero infinito di giochini velocissimi uno dietro l'altro, ma tende a offrire qualcosa di un po' più sofisticato nella sostanza, pur mantenendo quella forma sopra le righe che da sempre ha distinto la cricca di Wario.

La demo disponibile proponeva quattro giochi, selezionabili da un menu: Air, Ski, Shutter e Fruit. In Air, al giocatore viene richiesto di girare il GamePad in posizione verticale e di lanciare, tramite le funzionalità touch del suo schermo, delle frecce verso lo schermo della televisione, cercando di colpire l'orda di piccoli Wario che arriva verso di noi con fare minaccioso. Ski, come il titolo lascia presumere, ci mette su una pista innevata in cui dovremmo arrivare sani e salvi in fondo. Sempre tenendo il GamePad in verticale e guardando lo schermo touch, bisogna sfruttare i giroscopi del tablet, piegandolo a destra e a sinistra a seconda della conformazione della pista, per arrivare al traguardo sani e salvi. Shutter sfrutta la fotocamera posteriore del GamePad, chiedendoci di trovare, in uno scorcio cittadino di case, macchine in transito e passanti, cinque ricercati da mettere in prima pagina, mentre Fruit era l'unico gioco della demo che prevedeva più di un giocatore, e quindi l'utilizzo dei Wiimote. Il gioco vede contrapporsi l'utilizzatore del GamePad, che sullo schermo del pad vedrà il suo personaggio muoversi in delle strade affollate cercando di raccogliere quattro mele, e chi invece dovrà usare il Wiimote e cercare di fermarlo sullo schermo del televisore.

Per quanto divertenti, i minigiochi di Game & Wario perdono un po' di quella frenesia che distingueva e divertiva dei WarioWare, ma tuttavia propongono delle scelte convincenti per l'utilizzo del GamePad, che di sicuro, mixate con la comicità fuori di testa tipica di Wario, sapranno intrigare i fan di vecchia data e soprattutto incuriosire chi cercherà di comprendere tutte le potenzialità del nuovo controller di Nintendo.

 

Lone Survivor sopravviverà anche su PlayStation

Blu Brothers #23