Sega licenzia, cancella titoli e perde 7 miliardi

La casa di Sonic si trova nuovamente nella bufera e ha già avvisato gli investitori che è in arrivo un'altra ristrutturazione per snellire le spese e, auspicabilmente, aumentare i ricavi. Le stime della società indicano una perdita di circa 7 miliardi di Yen (oltre 60 milioni di Euro) per il 2011, causata dalle condizioni stagnanti del mercato americano ed europeo. Per via della recessione e di altre questioni correlate (tipo fare giochi pessimi, ma è solo un'ipotesi) Sega ha visto crollare i propri utili nei settori tradizionali legati alla vendita di videogiochi per console e personal computer. Settori che, quindi, verranno pesantemente ridotti a livello di organico e risorse.

In futuro, si punta a investire solo sulle serie "sicure" come possono essere Sonic o, in casa PC, Total War lasciando tutti i rischi e gli esperimenti del caso alla concorrenza. Insomma, se sperate ancora in Shenmue o, come il sottoscritto, in Streets of Rage, è meglio rassegnarsi.

Tokyo Jungle si presenta in video (MUST SEE!)

Lone Survivor sopravvive su PC e Mac