Qualche nintendaro è svenuto guardando Zelda

Dall'eccitazione o per il fatto che sembra Assassin's Creed a cartoni animati? Magari per tutti e due i motivi. Comunque, il tanto atteso ritorno di Zelda su Wii U si rivela come un titolo free roaming senza prostitute, sparatorie e violenza, perlomeno del genere ormai comune sulle altre console. Pur essendo più libero e aperto rispetto ai predecessori, infatti, stiamo sempre parlando di Link e del suo mondo fatato, che per l'occasione ha un design dipinto simile a Wind Waker e Skyward Sword ma più "liquido".

Vabbè, basta sprecare caratteri: guardatevi il trailer di annuncio con relativo sproloquio di Eiji Aonuma. Se avete fretta, c'è qualche secondo giocato dal minuto 3:00.

http://youtu.be/tqyKkZYg0b8

Depression: Lily Bergamo ci ha lasciati

Forse è la volta buona per Crackdown