Outcazzari

I Puffi costano cari ad Apple

Apple dovrà rimborsare cumulativamente oltre 32 milioni di Dollari dilapidati dagli utenti (mi veniva un altro termine, che fa rima) in acquisti in-App, dopo aver trovato un accordo con l'americana Federal Trade Commission. Esatto, parliamo ancora della questione Smurfs' Village e compagnia, titoli free to PAY che usano vari stratagemmi per accelerare l'uso della carta di credito. Solo nel titolo suddetto, certi baby giocatori lasciati in balia di smartphone e tablet hanno speso quasi 2.000 Dollari, mandando sul lastrico i propri genitori.

Ci avevo pure fatto un blog, se avete dieci minuti da buttare.

Tornando ad Apple, come spiega il New York Times, le colpe della casa di Cupertino stanno nella mancata informazione dei consumatori, sulla facilità di avviare le transazioni e quindi spendere soldi attraverso la rete.

Scoop: BioWare sta facendo dei giochi

Un rumor su Diablo III da mettere all'asta