Pirata Skullgirls, poi si lamenta con gli sviluppatori

Va bene (mica tanto in realtà) scaricare i giochi taroccati come fanno più o meno tutti, ma lamentarsi poi con gli sviluppatori chiedendo supporto per un possibile bug è quantomeno idiota. Ma è successo di nuovo, stavolta grazie a un utente illegale (parolone, lo so) di Skullgirls, che ha contattato gli sviluppatori a causa di un misterioso messaggio. Non sapendo che è un modo per identificare chi ha la versione pastorizzata, tanto per usare un termine in voga nell'era della prima pleistesciò.

 

Il siparietto è poi andato avanti per qualche ora con il tizio a millantare la sua quasi totale innocenza (ma l'ho comprato su PS3!) solo per ricevere quintali di sfottò. Ma purtroppo nessuna sanzione, più che altro per stupidità manifesta.

Old! #70 – Luglio 1984

Old! #70 – Luglio 1984

Il mascherato dolore di Valiant Hearts