Old! #38 – Novembre 1983

Old! è esattamente quella stessa rubrica che da vent'anni vedete apparire su tonnellate di riviste o siti di videogiochi. Quella in cui si dice "cosa accadeva, nel mondo dei videogiochi, [inserire a piacere] anni fa?" Esatto, come su Retro Gamer. La facciamo anche noi, grazie a Wikipedia, pescando in giro un po' a caso, perché siamo vecchi nostalgici, perché è comoda per coprire il sabato e perché sì. Ogni settimana, anni Settanta, Ottanta, Novanta e Zero, o come si chiamano. A volte saremo brevissimi, a volte saremo lunghissimi, ogni singola volta si tratterà di una cosa fatta senza impegno, per divertirci assieme a chi legge, e anzi ci piacerebbe se le maestrine in ascolto venissero a dirci "oh, avete dimenticato [inserire a piacere]".

Incredibile ma vero, questo maledetto novembre del 2013 mi ha messo in difficoltà non solo nel chiacchierare del corrispettivo di quarant'anni fa, ma anche nel trovare cose interessanti da dire su quello di trent'anni fa. E quindi che facciamo? Facciamo che me la gioco raccontando di un avvenimento del 1983 su cui Wikipedia non mi offre date precise. Oggi – rullo di tamburi – si parla della nascita di Origin Systems!

http://youtu.be/7mRb36-uMrc

Attiva dal 1983 al 2004 in quel di Austin, Texas, l'azienda responsabile per saghe del calibro di Ultima e Wing Commander (e per un certo System Shock) nasce a causa di un'esigenza molto pratica: Richard Garriott faticava a farsi pagare dai publisher tramite cui pubblicava i suoi giochi e quindi “Sai, che c'è? Me li pubblico io!” E allora il buon Richard, assieme al fratello Robert, al padre Owen e a Chuck Bueche, decide di fondare, per l'appunto, Origin Systems, che fa il suo esordio con la pubblicazione di Ultima III: Exodus. La forza della serie tiene in piedi l'azienda nonostante il crash del mercato e seguono vent'anni di gioie e dolori, durante i quali Garriott sostiene di aver sempre ricevuto le stesse royalty degli altri sviluppatori coinvolti, nonostante la sua posizione di capo del mondo.

Il motto di Origin Systems era “We Create Worlds”, con riferimento alla loro voglia e capacità di definire, coi propri giochi, contesti narrativi ampi e fin troppo solidi, a cominciare dalla documentazione inserita nella scatola. E del resto Ultima, Wing Commander e derivati si ricordano con amore anche per la loro strepitosa componente narrativa e “scenografica”. Il periodo di massimo successo è comunque soprattutto quello dei primi quindici anni circa di vita, mentre attorno allo scadere del millennio arrivano i guai. E la cosa, se vogliamo, è paradossale, perché appena nel 1997, Origins – di proprietà Electronic Arts dal 1992 – aveva sfracellato tutto inventando, con Ultima Online, il genere degli MMORPG. Ma così gira il mondo.

http://youtu.be/GbzioZBTUIU

Proprio la serie di Ultima, responsabile per la nascita e il successo iniziale di Origin, colonna portante della stessa negli anni e macchina per far soldi grazie appunto ad Ultima Online, va infatti a segnare l'inizio della fine col termine dei lavori sull'ambizioso Ultima IX: Ascension, venuto fuori maluccio e accolto in maniera non proprio entusiasta. Electronic Arts si fa prendere dal panico e cancella praticamente ogni singolo progetto in fase di sviluppo presso Origin, all'epoca in procinto di trasformarsi in azienda totalmente dedicata agli MMO (Ultima Online 2, Privateer Online ed Harry Potter Online i progetti abbattuti senza pietà). Poco dopo, Richard Garriott abbandona e si chiude un'era.

Gli anni finali di Origin sono dedicati al tenere in piedi Ultima Online e a fare poco altro, fino alla chiusura nel 2004. L'eredità di Origin Systems, comunque, rimane forte ancora oggi, vuoi perché in quegli uffici ci sono passati giovani (si fa per dire) di belle speranze come Warren Spector e Harvey Smith, vuoi per l'influenza che tanti di quei capolavori hanno ancora oggi sui giochi più insospettabili, vuoi perché parecchia di quella gente ancora lavora nel settore e vuoi perché Richard Garriott e Chris Roberts sono recentemente tornati alla ribalta per riprendere in mano esattamente i discorsi che avevano lasciato a metà con Ultima e Wing Commander. Riusciranno, Shroud of the Avatar e Star Citizen, a riportare questi due nomi ai fasti di un tempo? Vai a sapere.

http://youtu.be/jUTWBcXQFyo http://youtu.be/g0gZES2pTWk

Comunque ho un po' barato. Come ho scritto a questo indirizzo, Ultima III: Exodus è uscito ad agosto del 1983, quindi, insomma, eh, Origin Systems sarà stata fondata in quel mese o poco prima. Ma insomma, oh.

Sundaycast #43 - La donna al balcone

Grand Theft Auto V: il re si diverte