Old! #15 – Maggio 1993

Old! è esattamente quella stessa rubrica che da vent'anni vedete apparire su tonnellate di riviste o siti di videogiochi. Quella in cui si dice "cosa accadeva, nel mondo dei videogiochi, [inserire a piacere] anni fa?" Esatto, come su Retro Gamer. La facciamo anche noi, grazie a Wikipedia, pescando in giro un po' a caso, perché siamo vecchi nostalgici, perché è comoda per coprire il sabato e perché sì. Ogni settimana, anni Settanta, Ottanta, Novanta e Zero, o come si chiamano. A volte saremo brevissimi, a volte saremo lunghissimi, ogni singola volta si tratterà di una cosa fatta senza impegno, per divertirci assieme a chi legge, e anzi ci piacerebbe se le maestrine in ascolto venissero a dirci "oh, avete dimenticato [inserire a piacere]".

Il maggio del 1993 non è esattamente fra i mesi più ricchi di fatti interessanti della storia, almeno per quanto riguarda l'approccio di questa rubrica e la facilità di trovare spunti sfiziosi sfrucugliando a caso sull'internet. È comunque il mese in cui si presenta sul mercato americano Shadowrun per Super NES, primo adattamento videoludico del popolare gioco di ruolo cartaceo marchiato FASA. Apprezzatissimo dalla critica e ancora oggi amatissimo dai giocatori che ebbero la fortuna di metterci mano, Shadowrun fu un discreto insuccesso commerciale. La cosa, però, non impedì la pubblicazione a breve distanza di altri due giochi basati sulla stessa licenza, uno per Megadrive nel 1994 e uno per Mega CD nel 1996. Oltre dieci anni dopo sarebbe poi arrivato l'FPS per PC e Xbox 360, fra i primi esponenti dell'amatissima categoria “GdR/RTS riportati in vita sotto forma di FPS” e raro – soprattutto all'epoca – caso di gioco che permetteva il multiplayer corss-platform fra PC e console. Il quinto gioco basato sulla licenza dovrebbe arrivare il mese prossimo e sarà il primo a vedere la luce nel carosello di GdR vecchio stile nati grazie a Kickstarter (anche se è stato descritto più come un gioco di strategia in stile XCOM).

http://youtu.be/kqMqrZVLiqQ

Il 19 maggio raggiunge gli scaffali dei negozi Rolling Thunder 3, primo episodio della popolare serie a non nascere in sala giochi. Now Production lo sviluppa infatti direttamente su Sega Megadrive, chiaramente per conto di Namco, cosa che permette al team di conferire al gioco un'impostazione un pochino più profonda e pensata per il contesto casalingo. Ma soprattutto, due giorni dopo si manifesta nelle sale giochi nipponiche Outrunners, terza uscita arcade per la meravigliosa saga di Out Run, concepita con l'intenzione di “ritrattare” lo spirito più serioso di Turbo Out Run e tornare all'atmosfera spensierata e sognante del primo episodio. Outrunners è anche il primo episodio della serie a offrire diverse auto fra cui scegliere e supporta il collegamento fra cabinati per delle amorevoli sessioni multiplayer con un massimo di otto giocatori, da affrontare il martedì mattina al New Rocky quando tutti gli altri sono in manifestazione. Delizioso da guardare e da giocare, Outrunners fa la sua discreta figura ancora oggi, come potete ammirare di seguito.

http://youtu.be/BJXC1uUlm5I

Il mese si conclude su una fra le note più tristi nella pluridecennale storia del videogioco al cinema. Il 28 maggio, accompagnato da Almost Unreal dei Roxette, arriva infatti nelle sale Super Mario Bros., al termine di una lavorazione terrificante, fra inciampi, drammi di produzione, infortuni, litigi, sbronze e chi più ne ha più ne metta. Se volete saperne di più, l'argomento è sviscerato in maniera approfondita nel libro Generation Xbox: How Video Games Invaded Hollywood, di cui ho scritto a questo indirizzo. Ma se ne parla in tanti altri libri, per esempio Super Mario: How Nintendo Conquered America, di cui ho invece scritto qua, per cui alla fine c'è solo l'imbarazzo della scelta. E, a proposito di imbarazzo, è sicuramente molto più piacevole leggerne che guardarlo. Per fortuna lo stesso giorno usciva al cinema anche Cliffhanger, che insomma, non sarà un capolavoro, ma al confronto pare Kubrick.

http://youtu.be/wtMZKYnLg5c

Sundaycast #17 - Nintendo, EA, Scudi e mezzi

Boardcast #49 - I supereroi di Sentinels of the Multiverse