Outcazzari

NVIDIA Kepler fa il samaritano

Gli appassionati di hardware ricorderanno certamente la demo Samaritan mostrata da Epic durante la GDC dello scorso anno. Un'orgia di effetti concessi dalle DX11 e da una rinnovata versione dell'Unreal Engine 3, arricchitta di sfocatura bokeh, subsurface scattering, una pioggia di ombre dinamiche, una serie di riflessi approssimati su tutte le superfici traslucide e una manciata di GB di texture che richiedevano, per essere animate a 30 fps, una potenza di calcolo prossima ai 2,5 TeraFlops. Una prova muscolare mostrata alla stampa sfruttando tre GeForce GTX 580 in SLI, ovvero poco più di mezzo Kilowatt e poco meno di 4 KG di rame e silicio spesi sull'altare del dio poligono.

Quest'anno Epic  ha riproposto la stessa demo, ma invece di impegnare un PC Cerbero, ha sfruttato una singola GeForce della famiglia Kepler, ovvero basata sulla ancora non ufficializzata GPU GK104. Il suo debutto a 28 nanometri dovrebbe avvenire entro la fine del mese, ma già in rete circolano voci riguardanti la presenza di 1536 CUDA core, 2 GB di GDDR5 operanti alla frequenza di 6 GHz, un bus di comunicazione da 256 bit e un sistema di gestione dei consumi che rallenterebbe la GPU fino a 300 MHz nelle fasi di poco carico e spingerebbe le unità di shading nei pressi dei 1500 MHz non appena si indossa una nanotuta per affrontare le orde aliene, o ci si butta nei combattimenti online di BattleField 3.

Numeri elevati che però non colpiscono quanto la capacità di svolgere, con una sola scheda, quello che solo un anno orsono richiedeva tre ammiraglie della famiglia Fermi. Una impresa resa possibile anche dal Fast Approximate Anti Aliasing messo a punto dagli ingegneri della squadra verde, che permette di ottenere una precisione superiore a quella offerta dal classico MSAA utilizzando meno campioni e una frazione della memoria video.

In attesa che Keplero ci illumini con le sue leggi celesti, e inizi a battagliare con le altrettanto formidabili Radeon 7970, non possiamo che rimandarvi al video della demo in questione, capace di mostrarci un piccolo assaggio di quello che le console di prossima generazione potranno offrirci.

http://www.youtube.com/watch?v=9Leohvejqyo

Dark Souls continua, anche su tablet?

Il violento Warp di Electronic Arts