Notch meglio di Paperon de' Paperoni

Markus Persson probabilmente non annovera fra le sue nemesi ergastolani maldestri, fattucchiere dimoranti nel Vesuvio e zitelle che cercano di farlo convolare a nozze, ma un deposito per i suoi risparmi prima o poi potrebbe costruirselo. Parafrasando l'ingegner Cane il fenomeno Minecraft ha generato “cifre da far girare la testa”, come riporta l'autorevole Financial Times. Dal momento del lancio, avvenuto ad ottobre del 2010, Minecraft ha generato un giro d'affari stimato intorno agli 81 milioni di dollari, un gruzzoletto mica da ridere. Mojang, lo studio fondato da Persson, è ormai più di uno sviluppatore indipendente, è un punto di riferimento per chi pone la creatività al primo posto.

Minecraft ad oggi conta venticinque milioni di utenti registrati, di cui un quinto ha acquistato il gioco, offerto al pubblico al prezzo di venti dollari. E in tema di cifre sarebbe interessante stimare quanti mattoncini siano stati creati e disposti fino ad oggi, probabilmente un fantastiliardo, cubo più, cubo meno.

Takedown: come sbagliare una campagna su Kickstarter e non arrendersi

Snuggle Truck aggiunto all'Android Humble Bundle 2