Nintendo stava per levare lo schermo dal GamePad Wii U

La notizia è di quelle piuttosto sorprendenti: Satoru Iwata, Presidentissimo della Grande N, ha infatti confessato in un'intervista al Telegraph che lo schermo posto sul controller di Wii U stava per essere rimosso durante le fasi avanzate del progetto, principalmente per motivazioni economiche. Una rivelazione francamente piuttosto preoccupante, contando il fatto che il GamePad Wii U rappresenta il fulcro della filosofia della piattaforma. "Ad un certo punto, durante le ultime discussioni, avevamo quasi deciso di rinunciare all'idea dello schermo addizionale: ci aspettavamo costi troppo alti, e c'era il timore che non si riuscisse a creare e a vendere il tutto ad un prezzo ragionevole per i consumatori", ha spiegato Iwata.

Le recenti mosse di Microsoft e Sony (rispettivamente SmartGlass e il cross-play tra PlayStation 3 e Vita) hanno comunque convinto ancora di più Nintendo della strada intrapresa: "stavolta è successo più velocemente di prima: i nostri concorrenti ci hanno messo tre anni ad adattarsi alla nostra idea di motion control... Mentre a questo giro, è accaduto solamente ad un anno dalla prima presentazione ed addirittura prima che il prodotto arrivasse effettivamente sul mercato. Credo che tutto ciò sia la dimostrazione pratica del grande potenziale di quello che abbiamo mostrato un anno fa".

Oltre alle confessioni in merito al discusso controller-tablet, Iwata si è anche sbottonato riguardo alla potenza hardware della console: "Abbiamo deciso di portare Wii U al livello di quello che possono offrire le altre due piattaforme, in modo da facilitare le conversioni. La mia impressione è che comunque non si ripeterà quanto accaduto tra Wii e X360/PS3: se la concorrenza deciderà di migliorare le specifiche tecniche, davvero i consumatori saranno in grado di rendersi conto della differenza rispetto alle macchine di oggi?".

Io credo francamente di sì, Satoru.

Sony teme Nintendo, Nintendo non teme Apple

Gran Turismo è dato all'80% nei sondaggi su Vita