Outcazzari

Niente stand E3 per THQ

Le notizie di una condizione finanziaria piuttosto difficile sono nell'aria da mesi (anche a dispetto dello sbalorditivo successo di Saints Row: The Third), ed ora arriva un'ulteriore mazzata per i fan di THQ: il publisher americano ha infatti annunciato che non sarà presente all'E3 con uno stand. Una rivelazione che sorprende e suscita sincero dispiacere, specie considerando la roboante spettacolarità a cui ci avevano abituato i booth della casa di Darksiders. Questa la dichiarazione letterale rilasciata dal publisher a GamesIndustry International: "non avremo uno stand, ma parteciperemo comunque all'E3. Mostreremo i nostri titoli ed allestiremo un'apposita zona all'interno dello show per incontri di business e con la stampa, e saremo anche presenti con attività first party".

Una scelta difficile, figlia di un momento di crisi che sembra comunque essere fortunatamente alle spalle: "quando abbiamo dovuto prendere una decisione riguardo allo stand (ovvero qualche mese fa) ci trovavamo in una situazione MOLTO diversa rispetto ad oggi. Saremo comunque a Los Angeles per supportare il nostro portfolio e la manifestazione stessa".

Insomma, una questione di costi da far quadrare a dispetto del marketing e della voglia (o è forse una necessità?) di apparire. E a questo punto le considerazioni drammatiche diventano due: 1) inSane e soprattutto Devil's Third si fanno pressoché ufficialmente missing in action 2) diciamo tristemente addio al sexy car wash, ai tanto amati rim jobs - vedi maglietta E3 2011 - e alle micidiali booth babes THQ, da sempre tra le migliori della fiera.

Un minuto di raccoglimento, grazie.

Resident Evil se ne frega dei voti

Elder Scrolls Online "omaggia" World of Warcraft