Motorstorm RC è il primo MotorStorm che piace anche a Fotone!

Non serve una prosopopea da un milione di caratteri (o tre pagine di recensione) per spiegare che MotorStorm RC di Evolution Studios per PS Vita vale tutto quel (poco) che costa. Per 5,99 euro e tutto il guizzante bendiddio che c'è al suo interno, infatti, si fa prestissimo. Basterebbe anche solo il primo capoverso - precisamente questo qui - e il download del gioco potrebbe essere già bello che avviato. Nel qual caso, ci sarebbe persino la sorpresa fidelizzante: l'acquisto della versione mignon, infatti, consegna al giocatore un indomabile portento di gameplay da passeggio, oltre alla ben più ampia, spaziosa e godibile versione da divano/PlayStation 3. Doppia convenienza, un po' come accadeva per i proverbiali fustini di detersivo, solo che qui ci sono le macchinine radiocomandate.

L'idea che un prezzo così risicato finisca sempre per mortificare la qualità dell'esperienza ludica offerta/svenduta è ancora oggi generalizzata, nonché assolutamente lecita e plausibile, eppure non sfiora in alcun modo la bontà intrinseca del piccolo MotorStorm RC. Per dovere di cronaca e completezza, essa è intrinseca tanto nel rutilante gameplay, quanto nei plurimi contenuti di gioco (un centinaio di competizioni), nel digeribile sistema di controllo e finanche nella vivida realizzazione tecnica, che rallenta sporadicamente qui e là, ma solo perché le automobiline schizzano più rapide d'una frotta di pulci d'acqua e non esiste ancora al mondo una tecnologia capace di star loro dietro. L'occhio umano alle prese con MotorStorm RC su PS Vita, in ogni caso, cerca di fare quel può, mentre insegue i riflessi incondizionati delle mani adagiate sugli stick analogici. Capita inevitabilmente di smarrirsi in un paio di curve, oltre a non capire con la rapidità necessaria (quella d'un colibrì) quali elementi siano d'ostacolo/contorno e quali altri facciano parte dei sedici intricatissimi circuiti. Ma ci si fa l'abitudine o comunque vi si soprassiede.

Laddove il single player di MotorStorm RC si dimostra solido e appagante (non manca nulla, dalle gare testa a testa ai campi da gioco per sperimentare salti ed evoluzioni, oltre al time trial e tutti i ghost che servono per divertirsi anche in Tibet), il comparto multiplayer del titolo di Evolution Studios non è così impeccabile come parrebbe. Perché difatti non c'è: nella versione dedicata al portatile di Sony, infatti, manca del tutto la possibilità di gareggiare online contro altri piloti armati di radiocomando (i server costano ben più di sei euro col resto di un centesimo, oh!), mentre su PlayStation 3 è consentito il mutliplayer fino a quattro giocatori con divano condiviso. L'inconveniente della versione tascabile, così, riduce MotorStorm RC per PS Vita a un'appendice itinerante e solitaria della controparte da salotto, risultando buona tanto per allenarsi fuori al parco o di notte sotto le coperte, così da memorizzare i tracciati (le ambientazioni sono riprese dalla tradizione della serie) e accumulare l'esperienza, i nano-riflessi e la sensibilità necessaria per governare tutte le macchinine incluse nel pacchetto.

Se quelle meno potenti accelerano come vere ipercar in miniatura e tutto sommato lasciano divertire un po' chiunque, quelle più veloci schizzano senza gravità, fendendo l'aria come proiettili teleguidati, ribaltandosi a più non posso, come se non avessero peso e/o consistenza alcuna. Più che l'assenza dell'online, infine, è proprio questo il vero problema di MotorStorm RC: è un videogioco dedicato ai veri appassionati di modellini radiocomandati, perfettamente a loro agio nella convulsa, schizofrenica e a tratti impossibile guida delle cosiddette RC, non di certo a quelli che vorrebbero solamente intrattenersi con un videogioco nell'illusione di riuscire a controllarle per davvero. Insomma, avete capito.

Per quel che costa, MotorStorm RC per PS Vita vale tutto il modico prezzo a cui è venduto sul PlayStation Store. Anzi, acquistandolo si ottiene anche la versione per PlayStation 3, che è sensibilmente migliore di quella qui recensita. Che comunque sono la stessa cosa: acquistatelo/i.

 Voto: 7,5

Dark Souls su PC, forse ci siamo

Racconti dall'ospizio #1 - God Hand: ma non pensate a Maradona!

Racconti dall'ospizio #1 - God Hand: ma non pensate a Maradona!