Outcazzari

Minecraft: Xbox 360 Edition. Ancora tu. Ma non dovevamo riavere la nostra vita indietro?

Mondi paralleli e lontanissimi, PC e Xbox 360, se messi di fronte al fenomeno Minecraft. Da un lato, quello PC, è praticamente già stato detto tutto. Notch, il creatore del gioco, è ormai uno dei game designer più acclamati, con fan sfegatati e mezzo milione di seguaci su Twitter, per quel che significa. Minecraft in versione PC ha da poco compiuto tre anni e quasi sei milioni di persone lo hanno acquistato, in larga parte al prezzo pieno di circa 15 euro. La minoranza della prima ora, d'altro canto, ha acquistato un gioco ancora in fase alpha, quasi tre anni or sono, appunto. Un po' a scatola chiusa, ma un po' anche no, perché fin dai suoi albori Minecraft ha mostrato un potenziale irresistibile, quella cosa che, a naso, faceva a ragione pensare fin da subito di essere di fronte a uno dei più importanti giochi del nuovo millennio (so far). E mese dopo mese, passando per la beta, raggiungendo la versione release 1.0 e oltre (siamo alla 1.2.5, pubblicata ad aprile), il cocco di pubblico e critica si è stabilizzato e arricchito di una quantità invereconda di caratteristiche. C’è gente che con i blocchi standard in dotazione ha costruito una CPU a 16 bit dentro Minecraft. Non male per un gioco che all’inizio vi pone praticamente in mutande in un mondo ostile, e sta venendo la notte e arrivano i mostri e voi non avete nemmeno un maledetto bastone, altro che un’arma o un tetto sotto il quale cercare protezione.

È proprio in questa scalata vertiginosa lungo i rami dell’evoluzione tecnologica umana che Minecraft continua a stupire a noialtri che ci giochiamo, brr, da anni: quell’accozzaglia di blocchi sa regalare un ventaglio di emozioni sorprendenti, e tanto più in multiplayer, dove le abilità sociali del giocatore stravolgono per l’ennesima volta il panorama ludico del titolo.

Inevitabile che prima o poi Minecraft arrivasse su console. Come dite? Evitabile, evitabilissimo? Non vi biasimiamo se, a priori, la vostra opinione è questa. Perché sono mondi paralleli e lontanissimi, PC e Xbox 360. A partire – probabilmente ve ne sarete accorti – dall’interfaccia fisica. Mouse e tastiera da una parte, pad e Kinect dall’altra. Be’, invero, il tanto sbandierato supporto Kinect deve ancora arrivare, e arriverà con un futuro aggiornamento. Be’, invero, c’è ancora tanta roba minecraftiana che deve arrivare, su Xbox 360. Nossignore, da Live Arcade, per 1600 microsoft point, non scaricherete una versione “in pari” con la 1.2.5 attuale per PC, ma una “cosa” che, per contenuti e grado di pulizia tecnica è simile alla beta 1.6.6 (per i malati; gli altri si fermino a “è simile alla beta”). Niente estrema varietà dei biomi. Niente animali che si accoppiano lubrici. Niente Ender. Niente possibilità di sprintare. Niente mondo infinito (anzi, finitissimo: 1024x1024x128 blocchi). Niente barra dell’appetito. Niente villaggi con NPC. Niente enchanting delle armi. Niente nemico finale.

Quindi basta, questo Minecraft è insoddisfacente, ma ne ho un altro nella mia mente: è un bel sei su dieci e tanti saluti. Hai toppato, Notch.

No! Aspettate! Stiamo scherzando! Cioè, su quanto detto no, è tutto vero – sul voto, scherziamo. Perché la verità è questo Minecraft, pur temporalmente così sfasato rispetto al presente PC e con i suoi bei bug qua e là, resta un’esperienza che tutti i possessori di 360 digiuni di Minecraft, ma anche i feticisti del cappello di Notch all’ultimo stadio, dovrebbero provare. La ragione è sempre quella: perché sono mondi paralleli e lontanissimi, PC e Xbox 360.

Pensateci: se un alieno arriva sulla terra con l’intenzione di educarci al poderoso progresso scientifico dei ragazzi di Alpha Centauri, mica ci sciorina una spataffiata indigeribile in una botta sola. Non capiremmo una dannata mazza. Partirà dalle basi. Allo stesso modo Minecraft, sbarcando su 360, non vuole overwhelmare (urgh!) gli utenti inesperti con mille milioni di possibilità tutte compresenti allo stesso tempo. Perché rischiare? In fondo Minecraft ha funzionato perché in un certo senso, nascondendosi dietro all’idea di far giocare tutti già in Alpha e poi in Beta e poi in Release e poi in Final, ha di fatto strutturato i propri contenuti come episodici. Hai imparato a fare questo e questo, ok, ora tieni, con questa update e impara a fare questo, questo e quest’altro. Non vale per tutti i giocatori (tipo gli ultimi arrivati su PC) ma vale per svariate milionate tra loro.

E allora bene, Minecraft su 360, che fa un passo indietro, promettendo nel frattempo update gratuiti a coloro che lo hanno acquistato, update che progressivamente colmeranno il gap. Ma piano, sanamente piano. Mi ha colpito, sui forum ufficiali di Minecraft, come ci sia gente che loda la versione 360 con frasi tipo “cavolo, com’era bello quando era più semplice” riferendosi alle “troppe” cose da fare su PC. Avendo in mano la promessa degli sviluppatori in merito ai futuri update, possiamo anche condividere questa opinione pseudo-luddista. Mica non c’è niente da fare. Hai voglia. Perfino il mondo finito ci sta – regala una dimensione molto più giocattolosa, da vero sandbox, il sogno proibito di poter dominare totalmente la propria mappa di Minecraft (che è pseudoinfinita, su PC, ricordiamolo). Facile immaginare che con gli update giungeranno sempre maggiori dimensioni della mappa.

Su tutto, però, brillano alcuni aspetti, in Minecraft: Xbox 360 Edition. Aspetti che dipendono, pensate un po’, dal fatto che sono mondi paralleli e lontanissimi, PC e Xbox 360. Brilla il vostro divano/tappeto/postazione con TV mediogrande/grande/generalmente più grande del monitor del computer. Zappare la terra cubica in stato di svacco, senza quella postura da gobbo di Notre Dame con gli occhi iniettati di sangue che avete mentre esplorate l’ennesima caverna alle tre del mattino su PC. No! Dite basta! Comodi divani e partner pazienti completeranno la vostra nuova, defatigante esperienza di crafting. Splendido giocare in due con lo split screen (in quattro decisamente peggio, cioè, si può, ma è da Mario Kart 64 che si sa che lo split screen a 4 fa esplodere i bulbi oculari, dai). Splendido giocare online con cuffie e microfono, tipo andando in visita nel mondo di Ugo Laviano millantando grandi skill da giardiniere e poi in effetti trasformargli il giardino in un cratere di sangue e morte per via di quella nuova enorme via d’accesso per Creeper che si era andata formando. Online in otto è paradisiaco. Se poi come me venite da un PC che arranca per far girare Minecraft, ritrovarselo a 60 FPS è totale. Totalizzante. Totalitario.

Con grande sorpresa di chi scrive, è poi splendido l’uso che del controller hanno saputo fare gli sviluppatori. Sti tizi di 4J, che io ricordavo tipo per Oblivion su PS3 (e sticazzi), qui hanno fatto miracoli. Si sono inventati un sistema di crafting perfetto, una specie di T9 del crafting che rende fulminea la creazione di quello-che-volete. Cambia il ritmo. Andiamo, craftare su PC, dopo anni, non è più così sfizioso. E non vorrei mai craftare con una leva analogica, sentirei la mancanza del mouse. Qua, a colpi di tasti dorsali e vodoo assortiti, craftate come pazzi. Wow. È un ritmo di gioco nuovo, diverso, né migliore né peggiore, incredibilmente funzionale.

Avessero messo un salvataggio dei mondi multigiocatore online stile cloud sarebbe stato il top, e anzi è proprio seccante che io non possa andare nel mondo di Ugo Laviano quando lui dorme. Basta che vado a casa sua, dite, entro di nascosto e accendo la console e poi torno a casa mia, dite. È vero. Però per quanto siano mondi paralleli e lontanissimi, PC e Xbox 360, anche casa mia e quella di Ugo mica scherzano. Magari il supporto Kinect servirà solo a mandarsi a quel paese a vicenda in videochat quando i rapporti di buon vicinato spariscono in un cratere di sangue e morte.

E allora bene, Minecraft: Xbox 360 Edition. Ben giocata. Non avete venduto un milione di copie in tre giorni solo per l’hype. Anche, sicuramente. Ma, se vuoi anche un po’ per culo, sotto sotto ve la meritate questa pioggia dorata di dobloni, ragazzi. E ora scusate, ma devo costruire una linea circolare del metrò di 4 km sotto la mia maledetta mappa. E so' anni che gioco a 'sta robba. Ebbasta.

Ho acquistato Minecraft: xbox 360 Edition con i miei soldi. Sarebbe stato meglio con un redeem code offerto da Microsoft, ma mi son svegliato tardi, oh, pazienza. Ho giocato boh, un 12 orette. Più in paio d'anni su PC.

 

Voto: 9

Il 57% degli utenti PC pirata (o pirateggia?)

Dragon Age 3 e lo sviluppo democratico