Microsoft si compra una fetta di Activision?

Dovessimo metterci a riportare tutti i rumor che girano per Internet potremmo pubblicare una quarantina di news al giorno (e vederne avverare 2-3 al mese, a occhio e croce). Quando però la voce di corridoio è così grossa e paffuta allora vale la pena darle un pochino di spazio, fosse anche per fregiarsi del prestigioso detto "Io c'ero!". Il rumor in questione è effettivamente di quelli che fanno discutere, che scuotono le fondamenta dell'industria e che sembrano tanto astrusi quanto plausibili: facendola breve, Microsoft potrebbe essere in fase di acquisizione di una grossa fetta di azioni di Activision Blizzard, ottenendole da una Vivendi apparentemente ansiosa di capitalizzare per appianare qualche debito di troppo.

E' Reuters a fornire qualche informazione aggiuntiva circa questa possibilità, indicando come Vivendi stessa abbia commissionato ad una banca di verificare l'interesse di "grandi investitori" in relazione ad una cessione del 61% delle quote di Activision Blizzard.

Sempre secondo le stesse fonti, in pole-position troveremmo nientemeno che Microsoft, assieme a Time Warner e alla cinese Tencent.

Non rimane che aspettare qualche giorno (settimana?) per archiviare questo ennesimo rumor come infondato e guardare oltre. O, eventualmente, ridisegnare la mappa del divertimento elettronico così come lo conosciamo ora e dare finalmente un degno senso al termine "megaton".

Nessun remake di Halo 2 per ora

Tutti pazzi per Ouya?