Outcazzari

L'Unione Europea cerca di tutelare i giocatori

Una decisione della corte di giustizia dell'Unione Europea potrebbe modificare per sempre il mondo della distribuzione digitale, andando a rimuovere uno dei difetti strutturali, ovvero la mancanza di un mercato dell'usato. Al momento, e il discorso vale per tutti i servizi, ogni acquisto è legato in maniera indissolubile all'account con il quale è stato effettuato, una sorta di vincolo inscindibile. Secondo i giudici si tratta di una posizione inaccettabile che lede la libertà del consumatore, nessuna software house può opporsi alla vendita di una regolare licenza, in alcun modo. Si tratta di una sentenza che potrebbe avere delle conseguenze epocali in futuro, ma è presto per stappare lo spumante e cantare vittoria, celebrando i ritrovati diritti di consumatori.

A titolo personale temo che ci vorrà molto tempo prima che Valve e soci si adeguino ai nuovi dettami, sempre che non venga fatto ricorso e i tempi forensi si allunghino ulteriormente. Quanto sentenziato dalla corte di giustizia è una vittoria, la prima di un braccio di ferro destinato a durare ancora a lungo.

Fonte: Eurogamer

Prossimo il risveglio di NiGHTS?

La coppia di Beneath a Steel Sky di nuovo insieme