Librodrome #57: La storia per immagini del Commodore 64

Librodrome #57: La storia per immagini del Commodore 64

Attenzione. Ogni due settimane, in questa rubrica si parla di cultura. Niente di strepitoso, o che ci farà mai vincere il Pulitzer, ma è meglio avvertire, perché sappiamo che siete persone impressionabili. E tratteremo anche dei libri. Sì, quelle cose che all’Ikea utilizzano per rendere più accattivanti le Billy. E anche le Expedit.

Il progetto Commodore 64: a visual Commpendium è nato lo scorso aprile, quando il grafico e malato di videogiochi Sam Dyer ha lanciato una campagna di raccolta fondi su Kickstarter, per l'appunto al fine di realizzare e pubblicare il libro in questione. Dopo la canonica trentina di giorni, avendo accumulato quasi il doppio della cifra richiesta, il libro è stato messo in produzione e, puntualissimo, nel mese di settembre è arrivato nelle caselle postali di chi se l'era assicurato. Tipo in quella del sottoscritto, il cui nome – assieme a quello di diverse conoscenze – è stampato a imperitura memoria nelle pagine dei ringraziamenti per i donatori. Son soddisfazioni. Sigla!

Dentro il pacchetto che l'amico postino mi ha consegnato subito prima che partissi per il mio bel weekend al mare, ho trovato una simpatica cartolina, firmata da Sam Dyer, che riproduce le linee colorate di caricamento di Baker Loadery e, ovviamente, il libro, che ho infilato d'urgenza in valigia e mi sono letto, spulciato, gustato, goduto e strofinato vogliosamente addosso durante il viaggio in aereo. Dura il giusto, illumina lo sguardo e fa anche rischiare una denuncia per atti osceni in luogo pubblico: perfetto! Il libro, brossurato e con deliziosa sovracoperta, è un prestigioso tomo da duecentotrentadue pagine, che fra l'altro si apre e si chiude con altre due schermate di caricamento a righe colorate, per la gioia di chi sa cosa significano, e conduce attraverso un meraviglioso viaggio nel colorato e delizioso mondo del Commodore 64.

Al suo interno si trova un tripudio di pixel art, realizzata quando era l'unica via possibile e non una scelta artistica, curata un quadratino alla volta, faticosamente e dolorosamente, senza avanzati programmi di fotoritocco a dare una mano. Le splendide immagini si dividono fra schermate di caricamento e screenshot di gioco, spalmate su doppia pagina con cura e passione, accompagnate da brevi interventi scritti di autorità del settore ma sempre impaginate in modo da dar loro il massimo risalto possibile. Perché ovviamente le protagoniste del libro sono loro. E quando, mentre lo sfogli, lo leggi e sorridi gongolando, ti capita poi di raggiungere l'immagine di un gioco a cui sei particolarmente affezionato, o che si lega a qualche tuo ricordo caro, beh, eh.

Gli interventi e le citazioni vengono da personalità di vario tipo, compresi sviluppatori del calibro di David Crane, Archer MacLean, Jordan Mechner, Ron Gilbert, Jon Hare e Martin Walker, ma anche giornalisti come James Leach e Stuart Wynne, senza contare il mitico Oliver Frey, storico copertinista di Zzap! E proprio le sue illustrazioni, insieme a qualche fotografia ravvicinata ai limiti del pornografico per il nostro amico C64, fanno da uniche interruzioni al fiume in piena di pixel che popola le pagine del libro, con le meravigliose copertine dedicate a Katakis, Turrican II, Chase HQ II e altro ancora. Insomma, Commodore 64: a visual Commpendium non avrà magari quell'aria da country club che è riservata ai libri cartonati, pesanti svariati chili e che puoi consultare solo se munito di leggio, ma sul tavolino del salotto fa comunque la sua porca figura, sfogliato da un ignorante del videogioco riesce a provocare qualche "Uah! Ma che bello!" e messo in mano a chi quegli anni li ha vissuti con amore, beh, scatena solo lacrime di gioia.

Ci siamo capiti? Ci siamo capiti. Costa i suoi bei soldi ma, se piace questo genere di cose, se li merita tutti, tanto per l'operazione in sé, quanto per la qualità con cui è stata assemblata, in riferimento sia all'impeccabile lavoro d'impaginazione, sia alla qualità della carta e dell'oggetto. Se ci state facendo un pensierino, vi segnalo che la versione per i non donatori sarà disponibile a partire da domani, 3 ottobre 2014, e il luogo in cui acquistarla sta a questo indirizzo qua. Vedete un po' voi cosa volete fare.

P.S. Per i backer c'è la versione in PDF interattivo che permette di gustarsi musiche, video e copertine dei vari giochi mentre si sfoglia il libro. Il download è stato preso d'assalto e c'è stato qualche problema, ma subito prima di pubblicare questo articolo sono riuscito a dargli un'occhiata e, beh, è un altro lavorone.

Nel film di Dead Rising c'è anche il presidente di 24

DriveClub trolla Forza Horizon 2 in video