Librodrome #23 - L'orgia feticista di Gorges e La Storia di Nintendo

Librodrome #23 - L'orgia feticista di Gorges e La Storia di Nintendo

Attenzione. Ogni due settimane, in questa rubrica si parla di cultura. Niente di strepitoso, o che ci farà mai vincere il Pulitzer, ma è meglio avvertire, perché sappiamo che siete persone impressionabili. E tratteremo anche dei libri. Sì, quelle cose che all’Ikea utilizzano per rendere più accattivanti le Billy. E anche le Expedit.

Per soli € 35,90 vi porterete a casa due volumetti preziosissimi, che assieme allestiranno sotto i vostri occhi un'orgia fotografica – opportunamente patinata – di robe e fatti di Nintendo. Per robe e fatti, s'intende davvero ogni singola carta Hanafuda, proto-giocattolo (uno su tutti: il Love Tester!) o Game & Watch mai creato da Nintendo, dal 1889 al 1991. Cent'anni di gameplay, cent'anni di fotografie (ce ne sono anche di suggestive, a tutta pagina), immagini e chicche inenarrabili, nonché oltre quattrocento pagine di autentico feticismo videoludico.

Il primo volume: si parte dal 1889.

Il primo volume: si parte dal 1889.

Sfogliando del tutto a caso i due volumi de La Storia di Nintendo di Florent Gorges (con la collaborazione di Isao Yamakazi), avrete un sempre piccolo nuovo orgasmo nerd. Parrà anche sconveniente dirlo, ma i due libri (editi in Italia da Multiplayer.it Edizioni) sono perfetti da riporre in toilette e leggere durante la cacca, spiluccando informazioni e inaudite curiosità. Oltre che delle brevi (ma esaustive!) porzioni di testo a corredo di ogni immagine o reperto museale, ciascun volume dispensa decine e decine di pagine di storia illustrata e commentata, dall'arrivo delle navi portoghesi in Giappone nel 1543, per passare poi in minuziosa rassegna ogni singolo gioco, giocattolo o dispositivo ludico concepito e/o commercializzato da Nintendo.

Game & Watch: chi di voi ha mai utilizzato la sveglia?

Game & Watch: chi di voi ha mai utilizzato la sveglia?

Gorges, durante un'intervista ha dichiarato: "Ho iniziato le ricerche nel 2002, quando mi sono reso conto che sull'argomento esistevano pochissime informazioni; ecco tutto quello che leggevi: 'Nintendo nasce nel 1889, l'azienda produceva carte da gioco; 1989: l'azienda immette sul mercato il Game & Watch'. Mancava un secolo di storia! Ho impiegato sei anni per investigare e far riscoprire la storia dimenticata di Nintendo, grazie anche all'aiuto di alcune figure chiave, come Isao Yamazaki, giornalista come me e profondo conoscitore del mondo Nintendo". Sebbene inferiore per numero di pagine e illustrazioni contenute al suo interno, il secondo volume dell'opera di Florent Gorge, 1980-1991: La straordinaria invenzione dei Game & Watch è per certi versi ancor più emozionante e nostalgico, vuoi perché noi ultratrentenni abbiamo giocato con quegli affari elettronici, vuoi per la mirabolante storia del "Mago dei giocattoli", ovvero Gunpei Yokoi. Leggetela, adoratelo e commuovetevi.

L'estetica della bellezza applicata gli anni ottanta.

L'estetica della bellezza applicata gli anni ottanta.

La storia descritta da Gorges non è stata mai riconosciuta ufficialmente, ma l'autore ha detto: "So per certo che presso la sede di Nintendo a Kyoto sono state recapitate 40 copie del mio primo libro e sono più che convinto che Mr. Iwata, Miyamoto, Aonuma, e Mr.Yamauchi hanno il volume sulle loro scrivanie. Sono sicuro che alcuni di loro hanno realmente apprezzato il mio lavoro". Checché ne dica o pensi Nintendo, i due volumi di Florent Gorges (il terzo mi manca, ma lo attendo con ansia) sono già, di fatto, l'unica e di certo la migliore enciclopedia per la storia della società di Kyoto. Se il tema v'interessa anche solo un po', l'acquisto di entrambi i tomi si rivelerà un'investimento: li leggerete per parecchio tempo e amerete collezionarli in libreria, per poi riprenderli quando più ne avrete voglia o sentirete chiamare il "bisogno".

Un cenno sugli autori: Florent Gorges: nato il 21 marzo del 1979 a Dijon, Florent Gorges si trasferisce in Giappone a soli 17 anni. Appassionato della lingua giapponese, nel 2011 viene assunto dal governo nipponico come traduttore e interprete. Ugualmente interessato di videogiochi, nello stesso anno diventa corrispondente fisso per diversi magazine specializzati e intraprende le prime ricerche sulla storia di Nintendo (in particolare sulla vita di Gunpei Yokoi). Nel 2004, ritorna in Francia ed entra a far parte della redazione del magazine giapponese Nintendo Dream, come inviato dall’Europa. Nel 2007 fonda la casa editrice Pix’n Love con Marc Pétronille e Sebastien Mirc.

Isao Yamazaki: nato il 18 marzo del 1976 a Yamanashi, Isao Yamazaki è web designer e giornalista free lance a Tokio. Specializzato in retrogaming e in particolare legato alla storia di Nintendo, Isao diventa libero professionista per numerosi magazine (Ken.guy, Famitsu). Nel 1999, pubblica in Giappone un’opera dedicata al retrogaming, che incontrerà un grandissimo successo. Nel gennaio 2007, incontra Florent Gorges presso la redazione della rivista Nintendo Dream e organizza nello stesso anno ad Osaka l’esposizione “Nintendo Museum”, grazie alla sua collezione privata, che attirerà decine di migliaia di visitatori. Ad oggi, Isao sta cercando di realizzare la biografia di Hiroshi Yamauchi.

Ho ricevuto entrambi i volumi (serve dirlo che sono "localizzati" in italiano?) de La Storia di Nintendo di Florent Gorges comodamente a casa e senza costi aggiuntivi da Multiplayer.it Edizioni, che mai come questa volta ringrazio sentitamente. Non ha senso recensirli propriamente: dovete acquistarli immediatamente, senza indugiare neppure un solo secondo! A meno che, ovviamente, non siate tipi da SEGA. Sarà interessante scoprire se anche il terzo volume sarà all'altezza dei primi due, imprescindibili. 

Castlevania: Lords of Shadow - Mirror of Fate. Nostalgia canaglia

Ludophìlia # 13 – Mi Piace, non mi piace

Ludophìlia # 13 – Mi Piace, non mi piace