Leader SPA verso il fallimento

Già da mesi si vociferava di grossi problemi economici per quello che era una volta il primo distributore italiano di videogiochi. Ma ora, come annuncia il Sole 24 Ore, la situazione di Leader SPA sembra ormai al capolinea. Il gruppo di Varese ha infatti richiesto il concordato preventivo ed è in liquidazione a causa dei debiti accumulati nell'ultimo periodo e di insormontabili difficoltà nel gestire il business legato ai videogame. Come sempre a farne le spese sono i dipendenti, una quarantina di persone tutt'ora in sospeso tra azienda e sindacati (per l'immancabile cassa integrazione).

Leader era attiva sin dagli anni '80 ed è emersa nel periodo della prima console Xbox, di cui era distributore esclusivo, salvo veder calare in seguito le proprie attività. Tra le ragioni del crollo, lo spostamento del mercato verso i negozi online e la vendita in digitale, oltre ai rapporti sempre più stretti di certi produttori con le grandi catene (saltando così il distributore).

Fortunatamente Milestone, che era di proprietà Leader, continuerà regolarmente a sviluppare titoli.

 

Il nuovo progetto degli autori di Limbo

Dragon's Dogma e l'IP che non ti aspetti