Outcazzari

L'E3 delle tre grandi

L'E3 delle tre grandi

Il pre-fiera e il primo giorno di E3 sono ormai alle spalle, e le conferenze del trio delle meraviglie Nintendo - Sony - Microsoft sono andate agli archivi. Tre conferenze attesissime e importanti, in cui tutte e tre le case avevano molto da dire e dei buoni motivi per farlo: Microsoft doveva riprendersi dalle reazioni negative del post-Xbox Reveal, Sony doveva approfittare del momento di defaillance dell'avversario diretto (e presentare fisicamente PS4) e Nintendo doveva rilanciare in grande stile un Wii U zoppicante. Vediamo com'è andata, rispettando l'ordine con cui sono andate in onda le conferenze.

Microsoft

http://youtu.be/YyGMBZ-zIJw

Ci si aspettava tanto da Microsoft, dopo tutto quel tripudio di roba che nulla aveva a che vedere con i videogiochi andato in scena venti giorni fa. Per fortuna, a Redmond hanno mantenuto le promesse e ha basato tutta la sua conferenza E3 sui giochi: aprire la conferenza con Metal Gear Solid V, dopo l'apparizione molto più che fugace di Kojima san nell'opening video dell'Xbox Reveal, già di per sé è stato un ottimo colpo di teatro.

http://youtu.be/kf_1b2fx-Uo

Sorvolando sugli annunci di World of Tanks e Dark Souls II e sul restyling di Xbox 360, più in linea con il look di Xbox One (ma accolto con molto meno astio rispetto al nuovo Betamax di Ballmer e soci), prima di cominciare con i grossi calibri next-gen è stata introdotta fugacemente una nuova feature di Xbox Live che, parallelamente a quanto succede con PlayStation Plus, offre a tutti gli abbonati gold due giochi al mese (si comincia con Halo 3 e Assassin's Creed 2).

Finita la parte “burocratica” è stato un tripudio di videogiochi e nomi degni di nota, messi in fila con un ritmo incalzante: tra i primi c'era Ryse: Son of Rome, tornato a farsi vedere dopo l'E3 2011 e che rispetto ad allora sembra aver perso le sue feature Kinect a pannaggio di un controllo molto più orientato sui quick time event.

http://youtu.be/4MfYuP6L44k

Per la gioia dei più, poi, è arrivato l'annuncio inaspettato di Killer Instinct. Successivamente, la gioia è stata mitigata nello scoprire che il gioco sarà free to play, con il solo Jago disponibile da subito e tutti gli altri personaggi sbloccabili a pagamento.

http://youtu.be/qBUyUfHzxDE

Altrettanto inaspettato è arrivato Dead Rising 3, disponibile al lancio e in esclusiva Xbox One con tutto il suo carico caciarone non morto open world. Si riusciva qusi a percepire la salivazione di giopep da qui.

http://youtu.be/gLPKIW81wNA

I nomi nuovi sono arrivati con Sunset Overdrive, nuovo e coloratissimo titolo in esclusiva realizzato da Insomniac, con Crimson Dragon, seguito spirituale di Panzer Dragoon, e con l'inaspettato D4, titolo noir a episodi firmato da Swery. Si sono rivisti poi Quantum Break, titolo in esclusiva di Remedy, Forza Motorsport 5e The Witcher 3di CD Projekt. Prima di finire con il primo video di Titanfall, di cui erano trapelate le prime notizie proprio poco prima della conferenza, abbiamo anche rivisto il simpatico casco di Master Chief: il nuovo capitolo di Halo è apparso, senza numero ma con un teaser, tanto per timbrare il cartellino.

http://youtu.be/ZipoIbBDf-c

Prima di darci il tempo di realizzare che non si è praticamente mai detto “Kinect” in tutta la conferenza, Microsoft ha rivelato il prezzo della console: Xbox One costerà 499 dollari (e quindi, presumibilmente, la stessa cifra in euro) e uscirà a novembre 2013. Insomma, una conferenza brillante, mai tediosa e ricca di videogiochi in grado di attirare il pubblico: se Microsoft voleva riprendersi dal passo falso dell'Xbox Reveal c'è riuscita, andando a toccare le corde giuste. Tuttavia, però, è anche vero che le politiche sui DRM e sull'usato ufficializzate pochi giorni fa sono una notevole spada di Damocle che pende sulla testa dei possibili acquirenti che, a questo punto, dovranno “sottostare” ai diktat di Microsoft se vogliono giocare tutto il ben di Dio (e quello che verrà) presentato a Los Angeles.

Sony

http://youtu.be/DmoZAPDV3ew

A notte fonda, poi, è arrivata la risposta di Sony, che ha aperto subito le danze dicendo quanto di buono aspetta PSVita: 85 giochi da qui alla fine dell'anno, tutto il catalogo PlayStation 4 da giocare off-TV e soprattutto The Walking Dead di Telltale, con in più anche il nuovo episodio 400 Days, che arà da collante tra la prima e la seconda stagione e che sarà disponibile per Xbox Live, PlayStation 3, Steam e iOS.

http://youtu.be/shR53nX9v8c

Momento “current-gen” anche qui, con Beyonddi David Cage, Gran Turismo 6 e Batman Arkham Origins, in arrivo con contenuti esclusivi il 25 ottobre. Sulle note di Give Back Life to Music dei Daft Punk, Andrew House è salito sul palco per presentare, finalmente, il corpo di PlayStation 4, che vedete qui sotto.

PS4
PS4

Dopo un po' di blabla sul lato entertainment di Sony e le sue immancabili implementazioni nella nuova PlayStation, è salito sul palco Shu Yoshida e, col suo incomprensibile inglese, ha cominciato a mostrare i titoli per la nuova console: il primo ad apparire è stato The Order 1886, firmato dai Ready at Down del nostro amico Andrea Pessino.

http://youtu.be/2FK8dgzW0o8

Successivamente, si sono rivisti i titoli già visti all'evento See the Future di febbrario, ossia InFamous: Second Son,Knack, Killzone Shadow FalleDriveclub. Gli ultimi tre saranno titoli di lancio di PlayStation 4, con InFamous in arrivo nel primo quarto del 2014. Tanto spazio anche agli sviluppatori indipendenti, praticamente ignorati durante la conferenza Microsoft, grazie a Transistor (dei creatori di Bastion), Don't Starve, Deadliest Catch, Secret Ponchos, Ray's Dead, Octodad, Galaxy, Outlast e soprattutto Oddworld New & tasty, remake del primo Abe's Oddysee uscito originariamente su PlayStation.

http://youtu.be/GS-dYWNyO-c

Ancora, da Diablo III e gli oggetti esclusivi per console Sony si è passato a parlare di Final Fantasy XV, ovvero il fu Versus XII, e Kingdom Hearts 3, presentato brevemente ma che, sappiamo tutti, si porta dietro in un colpo solo le IP legate a Disney, Marvel e Lucas, tanto per fare tre nomi da niente. Momento terze parti con Assassin's Creed IV (che si è incartato ripetutamente), Watch Dogs, NBA 2K, (l'esclusiva della beta di) The Elder Scrolls Online e Mad Max, action open world in terza persona ispirato al reboot cinematografico del classico post-apocalittico con Mel Gibson, sviluppato da Avalanche Studios (quelli di Just Cause).

http://youtu.be/XMc3g_sgYso

Prima di mostare un nuovo video di Destiny, anche lui ricco di contenuti esclusivi per PlayStation 4, Tretton è tornato sul palco per “droppare” la vera e propria bomba della conferenza: contrariamente a quanto si aspettavano anche i più ottimisti, PlayStation 4 sarà region free, supporterà i giochi usati e non avrà alcuna forma di DRM, e uscirà per questa “holiday season” (novembre/dicembre) in tutto il mondo a 399 eurodollari. In più, PlayStation Plus continuerà ad esistere, così come la Instant Game Collection, che al lancio di PS4 includerà una versione speciale di Driveclub. Tra l'altro, parallelamente a quanto succede con Xbox Live Gold, con PlayStation 4 l'abbonamento Plus sarà necessario per giocare in multiplayer online.

http://youtu.be/kWSIFh8ICaA

Insomma, se da un lato Microsoft ha stupito tutti con una valanga di titoli più o meno attesi, dall'altra Sony ha lustrato quanto di buono aveva già fatto vedere, aggiungendo un'infinità di titoli indipendenti e, sopratutto, dimostrando di voler lasciare ai giocatori la libertà di fare quello che meglio ritengono con i loro giochi. Ciliegina sulla torta, ovviamente, il prezzo di PlayStation 4, più basso di 100 dollari rispetto alla concorrenza. Se Sony doveva approfittare del momento di defaillance di Microsoft, direi che l'ovazione del pubblico alla notizia dell'apertura all'usato ha sancito un “obiettivo raggiunto” più che sufficente.

Nintendo

http://youtu.be/XRy_nu5vGLI

Arrivato poco prima che cominciasse il primo giorno di fiera vero e proprio, il Nintendo Direct di Iwata si è aperto subito con un nuovo trailer di Pokémon X & Y, in uscita in contemporanea mondiale il 12 ottobre. Ma, ovviamente, il grande protagonista di giornata non poteva che essere il Wii U, e quindi, l'attenzione è passata immediatamente alla console casalinga di Nintendo, grazie al nuovo Super Mario 3D World, che per la prima volta nella storia dei Mario 3D permetterà di giocare l'avventura principale in multiplayer e, cosa più importante, presenta un nuovo power up: Cat Mario.

http://youtu.be/Fd7hyR6DiBc

Altro giro, altro Mario: Mario Kart 8, nuovo capitolo della serie già annunciato prima dell'E3 e che vedrà alcune caratteristiche ritornare dai precedenti episodi, come la possibilità di gareggiare con le moto, i circuiti subacquei e il deltaplano. Inoltre, saranno presenti anche dei circuiti con la gravità alterata, in cui si potrà gareggiare a testa in giù o lungo pareti verticali.

http://youtu.be/UV0b9OUg-5Q

Dopo aver annunciato un lieve ritardo nello sviluppo di Wii Party Ue di Wii Sport U, Iwata ha annunciato Art Academy per Wii U e uno speciale aggiornamento che farà la gioia di tutti i disegnatori del Miiverse, con cui verranno aggiunti diversi tipi di tratto e la possibilità di colorare le proprie creazioni. A proposito di cose artistiche: nuovo video del magnifico restauro in HD di The Legend of Zelda: The Wind Waker, in arrivo a ottobre.

http://youtu.be/y3f-xaRxi_o

Subito dopo il video di debutto di Donkey Kong Country Tropical Freeze, nuovo titolo del franchise sviluppato da Retro Studios, sono stati mostrati i due titoli targati Platinum Games destinati a Wii U: The Wonderful 101, in un nuovo video di gameplay, e soprattutto Bayonetta 2, con un video in cui vediamo il nuovo taglio di capelli della bella strega, e non solo.

http://youtu.be/Tl6qmIk9s_8

Dopo un'altra fugace apparizione del progetto di Monolith Software, affettuosamente conosciuto come loXenocoso, il gran finale del Direct è tutto dedicato all'ultimo titolo tra quelli dati come “sicuri presenti” all'E3 di Nintendo, ovvero Super Smash Bros., che in questa nuova iterazione vanterà (almeno) due nuove facce: il villager di Animal Crossing e Mega Man.

http://youtu.be/xM9weAXCqxY

Insomma, un Direct in cui è stato mostrato quello che ci si aspettava, con la piccola sopresa del nuovo Donkey Kong Country (che, sono sicuro, avrebbe fatto molto più scalpore se non fosse uscito Returns 3D solo il mese scorso), e le grandi sicurezze targate Mario. Ecco, forse l'unica cosa che si può rimproverare a Iwata e soci è che 3D World non sembra poter bissare il successo di critica e publico di Galaxy, ma è ancora troppo presto per dirlo. E poi Nintendo è capace di tutto, quindi meglio tenersi un po' di tempo per emanare verdetti definitivi.

Le tre conferenze, insomma, hanno messo davvero moltissima carne al fuoco: per quanto riguarda la next gen, è stato assolutamente gustoso vedere tanto la valanga di giochi annunciati da Microsoft quanto la risposta da troll dell'internet ai vari fatti di usato e DRM da parte di Sony (e le urla festanti del pubblico durante la conferenza), dall'altro, Nintendo si è finalmente ricordata di aver messo in vendita una console casalinga, e si è finalmente degnata di annunciare qualcosa che sappia attirare le attenzioni del pubblico. Per ora è difficile dire se quello del 2013 è stato il miglior E3 di sempre, ma di sicuro siamo partiti con il piede giusto.

Ludophilìa #16 – Iconografia del De Gruttola

Ludophilìa #16 – Iconografia del De Gruttola

The Night of the Rabbit spunta dal cilindro