The Last of Us ha vinto tutto, come Mourinho

C'erano dubbi? Da bravo megamattone ultrastrombazzato e amato all'unanimità (o quasi) The Last of Us ha fatto razzia di premi agli ultimi DICE Awards. Che non sono proprio gli Oscar, ma quasi. E non c'entrano nulla con i creatori di Battlefield, infatti la sigla sta per Design, Innovate, Communicate, Entertain. Ben 10 riconoscimenti sono andati al titolo firmato Naughty Dog, compreso l'ovvio "Gioco dell'Anno". A voler essere pignoli, magari il premio all'innovazione potevano risparmiarselo, ma si sa come vanno queste cose: quando un gioco/film/disco deve vincere tutto, allora deve vincere tutto.

In tema di possibili seguiti, Naughty Dog continua a far finta di niente ma conferma a Eurogamer che si vedrà qualcos'altro, magari su PS4. Nel fare questa clamorosa rivelazione, Neil Druckmann pare abbia detto: "e comunque d'estate fa caldo".

Old! #50 – Febbraio 1984

Old! #50 – Febbraio 1984

Per Broken Age non serve una recensione, ma la posta del cuore

Per Broken Age non serve una recensione, ma la posta del cuore