La violenza e la scoperta dell'acqua calda

Uno studio della Keele University, basato a mio avviso su una premessa a dir poco ridicola, ha dimostrato recentemente che i videogiochi violenti aiutano ad aumentare il tasso di sopportazione del dolore. I volontari sono stati sottoposti a due sessioni ludiche della durata di dieci minuti: la prima al cospetto di un titolo rilassante, la seconda invece ad alto tasso adrenalinico. Al termine di ogni test, le cavie hanno infilato una mano nell'acqua gelida, cercando di sopportare il dolore quanto più fosse possibile. I responsabili dell'ateneo, cronometrando le singole prestazioni, hanno riscontrato un miglioramento del 65% fra la prima e la seconda performance: sfogare i bassi istinti, pur aumentando l'aggressività, ha un suo perché.

Una domanda sorge spontanea: cui prodest? Per quale motivo un ateneo ha investito tanto tempo e denaro in un test di laboratorio così risibile?

Fonte: Daily Mail

Quanta Vita c'è in LittleBigPlanet!

Greenlight promuove Black Mesa