La passione tricolore di Real World Racing

C'è stato un tempo, più o meno coincidente con l'apice della dinastia Amiga, in cui le software-house italiane erano molteplici, un fiorire dell'italico ingegno che purtroppo non è durato molto. Fuori da ogni spirito nazionalistico, ammetto che fa sempre un certo piacere parlare delle idee provenienti dal nostro stivale, sperando che prima o poi si torni a sorridere come un tempo. Real World Racing, come il titolo fa ben intuire, è un gioco di guida che fonde il passato con il presente: la nostalgica visuale dall'alto, tipica degli arcade, si sposa con un modello fisico rigoroso, in quello che speriamo sia un felice matrimonio. Playstos punta in alto, promettendo la bellezza di oltre cinquanta tracciati, una modalità multiplayer fino a ben sedici concorrenti e la presenza delle condizioni atmosferiche più disparate.

Le immagini presenti sul sito ufficiale e il trailer lasciano ben sperare, sono un ottimo biglietto da visita per un titolo molto promettente. Real World Racing, al momento previsto solo per PC, sarà disponibile su Steam verso la fine del 2012, in una data ancora imprecisata.

Blu Brothers #10

Fez non si svende al miglior offerente