La "dimensione pesante" di Quantum Conundrum

Quantum Conundrum è un gioco del quale non so molto ma quel che so mi porta a sperare che sia carino, per due motivi: innanzitutto perché suppongo sia l'ultima chance concessa ad Airtight Games per non chiudere i battenti, visto il flop mostruoso di Dark Void (gioco del quale credo di aver messo milioni di immagini e video su quell'altro sito nel periodo in cui Capcom lo stava promuovendo con una disperazione degna forse di miglior causa); il secondo motivo risiede nel nome del, anzi della game designer a capo del progetto, ovvero Kim Swift. Sì, la ragazza che appena uscita dall'università venne assunta da Valve insieme ad alcuni suoi colleghi per sviluppare un certo Portal. Come non darle fiducia? Beh, basta guardare queste immagini e... insomma, io un po' di fiducia l'ho persa. Ah, le immagini si riferiscono alla Heavy Dimension del gioco, cioè alla "dimensione pesante". Qualunque cosa voglia dire. (Dai, avete capito, è un puzzle game in cui bisogna esplorare un tot di dimensioni a tema: questa è la dimensione in cui tutto è fatto d'acciaio e pesa un sacco; poi c'è quella in cui tutto è leggero e morbidoso... e così via)

[nggallery id=23]

Kid Icarus Uprising è perfetto secondo Famitsu

The Amazing Spider-Man flette i muscoli ed è nel vuoto!