La bottega di LeChuck #9 - La pupa e l'investigatore

Tutti le hanno giocate almeno una volta nella vita, negli anni ’90 dominavano le classifiche di vendita, un aspirante pirata le ha rese immortali e una di loro ha persino ballato il fandango. Se non avete ancora capito di cosa sto parlando, tornate pure a giocare a Zumba Fitness. Tempo di ritorni, di crowd funding e di Full Motion Video per questa nuova puntata di La bottega di LeChuck. Il ritorno è quello di Lousiana Adventure (disperso nelle nebbie del publishing da quasi tre anni), mentre i devoti di turno a Kickstarter sono i ragazzi spagnoli di Gato Salvaje Studio, che sperano di raggranellare 150.000 dollari per terminare i lavori sulla loro serie avventurosa AR-K. Se poi volete provare l'ebbrezza di giocare a un'avventura iraniana c'è in arrivo l'intrigante Murder in Tehran’s Alleys 1933, per poi terminare in bellezza (almeno si spera) con un noir in FMV ambientato a Parigi tra voce fuori campo, disillusioni e concept da film interattivo.

Lousiana Adventure

Non ci speravo più visto che le ultime notizie risalivano a ormai un anno fa, ma finalmente Louisiana Adventure ha trovato un publisher e si appresta al grande sbarco sugli scaffali dei negozi e sui principali portali di digital delivery. L'avventura nata inizialmente nel 2009 con lo sviluppo di Infinion Producation e con il nome di Louisiana: Mystery Cases, era stata rivista da capo a piedi due anni dopo da SilverPlay e nonostante fosse già in fase gold si è dovuto aspettare un ulteriore anno per trovare un publisher interessato. Nelle scorse settimane si è così fatto avanti Auman Interactive, che a ottobre pubblicherà finalmente il gioco in tutto il mondo (speriamo Italia compresa). Ambientata nella New Orleans nel 1902, Louisiana Adventure è un'avventura completamente in 3D che può ricordare per atmosfera, tipo di racconto (misteriosi omicidi rituali) e scelte stilistiche la saga di Gabriel Knight, con in più un sistema di punteggio che richiama alla memoria altri classici Sierra degli anni '90. I dettagli però sono ancora pochissimi e non si sa quanto della primissima build del 2009 troverà posto in questa versione aggiornata, a parte la protagonista femminile e la trama di fondo. Addirittura lo sviluppo iniziale si era concentrato anche sulle versioni per PSP e Xbox 360, ma come era logico aspettarsi per un simile progetto vedremo il gioco solo su PC.

AR-K

In pochissimi se lo sono filato, ma il primo episodio di AR-K - Sex, Lies and Class Work ha comunque un suo perché grazie a una scrittura più adulta della media, a giochetti e a doppi sensi a sfondo sessuale e a una protagonista procace, squilibrata e sociopatica che pare uscita da un plot senza senso di David Lynch. Il responsabile di questa accozzaglia di fantascienza distopica, battute da caserma, vita da college ed enigmi strampalati è il team spagnolo Gato Salvaje Studio, che dopo aver messo in vendita sul suo sito ufficiale il primo episodio della serie a 9,95 euro (naturalmente c'è anche la versione doppiata in inglese), si è rivolto a Kickstarter per trovare finanziamenti sperando così di realizzare gli altri quattro capitoli. Qui è addirittura possibile scaricare il primo episodio gratuitamente per un periodo limitato di tempo, ma il team spagnolo ha ormai terminato i lavori sul secondo capitolo e sta già lavorando al terzo e al quarto. Il funding su Kickstarter non sta però andando nel migliore dei modi; al momento di scrivere mancano infatti sedici giorni alla chiusura della raccolta fondi e sono stati raccolti solo 6000 dollari sui 150.000 richiesti. Davvero pochi per un progetto già avviato e accolto discretamente dalla critica ma che evidentemente non è piaciuto a molti proprio per la sua bizzarria. Dateci comunque un'occhiata e fatevi quattro risate... ah c'è anche un cane che vomita l'impossibile.

http://www.youtube.com/watch?v=ZwDy0tubfEo

Murder in Tehran’s Alleys 1933

Dopo la Malesia di Hoodwink ora ci si mette anche l'Iran ad esportare in tutto il mondo qualche sua avventura autoctona. A dire il vero il team di RSK Entertainment aveva già realizzato lo scorso anno il curioso Alimardan’s Mischiefs (alzi la mano chi ne ha mai sentito parlare), ma con Murder in Tehran’s Alleys 1933 questi volenterosi sviluppatori dell'antica Persia contano di fare il grande balzo in avanti e di proiettarsi finalmente all'attenzione mondiale. Atteso entro la fine dell'anno anche in versione localizzata in inglese, il gioco approderà sicuramente in Inghilterra distribuito da Lace Mamba Global, mentre per l'Italia non si sa ancora nulla. Dalle pochissime informazioni disponibili questa avventura iraniana ci vedrà nei panni di un ispettore della polizia impegnato a scoprire il responsabile di alcuni atroci delitti nella Teheran degli anni '30, dove un serial killer sta terrorizzando i cittadini torturando, uccidendo e facendo letteralmente a pezzi alcuni bambini. Il primo trailer rilasciato su YouTube mette in luce una bella atmosfera d'altri tempi, cut-scene in stile fumettistico, puzzle investigativi sulla scia di Sherlock Holmes e un comparto grafico più che dignitoso.

http://youtu.be/1tvmONFH6fI

Mark T. Ross: Episode 1

È un po' che non parlavo di avventure in Full Motion Video, ma questa estrema nicchia del mercato riesce ancora a riservare qualche piccola sorpresa come nel caso di Mark T. Ross: A Private in Paris - Episode 1. Dietro le quinte di questo coraggioso dittico a sfondo noir (il secondo episodio dovrebbe uscire a inizio 2013) troviamo il team francese di Space Asylum, che in barba a tutto e a tutti si è messo a realizzare oltre un'ora di filmati in FMW per dare vita a un'avventura parigina molto intrigante. Nei panni di un investigatore privato un po' depresso e con la barba incolta dovremo cercare un bambino scomparso per conto del padre, un potente e misterioso uomo d'affari. Non ho ancora avuto modo di scaricare la demo, ma la presenza di diversi finali, il doppiaggio in inglese e la buona qualità dei filmati lasciano sperare in un'avventura cinematografica intrigante, venduta tra l'altro a soli 4,99 dollari. Resta giusto da vedere la longevità (che si preannuncia piuttosto bassa) e quanto ci sarà di avventura classica e quanto di film interattivo. Io intanto ho versato l'obolo...

http://youtu.be/oZhdWDj2Z2Y

One Piece va in scena su PSP

Resident Evil 6 in cima alla lista della spesa