La bottega di LeChuck #7 - Nina, Michael, Nicolas e un certo Bill Tiller

Tutti le hanno giocate almeno una volta nella vita, negli anni ’90 dominavano le classifiche di vendita, un aspirante pirata le ha rese immortali e una di loro ha persino ballato il fandango. Se non avete ancora capito di cosa sto parlando, tornate pure a giocare a Zumba Fitness. Non ho riportato le notizie su un ipotetico Broken Sword 5 e sul nuovo trailer macchiamutande Amnesia: A Machine For Pigs perchè ne hanno già parlato il Maderna e il Martini nei giorni scorsi, ma non per questo le due ultime settimane sono state avare di novità. Anzi, tra l'annuncio dell'uscita di Secret Files 3, il futuro approdo su Kickstarter di Bill Tiller, il promettente Hoodwink e il progetto tutto italiano su Nicolas Eymerich, di ciccia di cui parlare ce n'è anche questa volta e nel frattempo ho quasi finito The Dark Eye: Chains of Satinav. In settimana aspettatevi la recensione completa.

Secret Files 3

Chissà se dalle parti di Deep Silver hanno letto il mio accorato appello sull'uscita di Secret Files 3, le cui ultime notizie risalgono allo scorso dicembre con due nuovi e inutili screenshot natalizi. Nei giorni scorsi il produttore tedesco ha finalmente confermato l'uscita del gioco per il 14 settembre, anche se nel comunicato stampa non si è fatto cenno ai Paesi interessati. Ci sarà sicuramente la Germania, ma per quanto riguarda l'Italia attendiamo notizie ufficiali da Koch Media e non è detto che il gioco possa uscire in contemporanea in tutta Europa. Secret Files 3 è un'avventura molto attesa sia grazie al successo dei due predecessori (per me il primo è un classico assoluto dello scorso decennio), sia per le ottime impressioni scaturite dalla demo dello scorso anno, dove l'ottima grafica, il controllo di vari personaggi e la grande varietà di location non erano passate inosservate. Tra l'altro c'è già un piccolo giallo; su alcuni siti tedeschi sono riportati anche Wii e DS come piattaforme, ma nel comunicato stampa si parla solo di PC e in effetti quest'ultima ipotesi mi sembra la più probabile. Ah c'è anche un sito ufficiale, ma come al solito non ci troverete quasi nulla.

A Vampyre Story: Year One

Quasi due anni fa, Bill Tiller (mica il primo che passa) annunciava l'inizio di una serie episodica tratta dal bellissimo A Vampyre Story, avventura del 2008 del suo team Autumn Moon Entertainment con cui l'ex dipendente di Lucasarts mostrava a piene mani tutto il suo amore per la grande tradizione lucasiana. La serie sarebbe dovuta uscire agli inizi del 2011 su PC e iOS e si parlava addirittura di una struttura in cinque episodi sul modello di Telltale Games, con tanto di trama per ogni capitolo e una durata media di 2-3 ore a episodio. Sta di fatto che Tiller non è mai riuscito a trovare i finanziamenti necessari per far partire seriamente il progetto, arrivando fino ad ora con niente in mano e con molta frustrazione. Stanco di questo stallo ma deciso a tutti i costi a non far fallire la sua splendida e coraggiosa impresa, il lead designer di The Curse of Monkey Island spera ora di trovare i soldi necessari su Kickstarter come molti altri prima di lui. La sottoscrizione per A Vampyre Story: Year One dovrebbe iniziare a settembre e la sensazione è che il budget richiesto non sarà dei più bassi. Mi chiedo però chi si rifiuterebbe di donare il proprio obolo a uno che ha co-creato The Dig e Full Throttle. Io no, voi?

Hoodwink

Toh, un'avventura in cel-shading da Kuala Lampur con futuro distopico, multinazionali carogne, epidemie in agguato, un protagonista un po' pirla e caciarone e tante risate (almeno spero). Nulla di paragonabile a quella pizza di Culpa Innata (bello ma deprimente come pochi), tanto che Hoodwink potrebbe rivelarsi la vera sorpresa di quest'estate. Lo sviluppatore E-One Studio parla di un ritorno a uno stile avventuroso classico e non contaminato, con tanto di intrighi politici, una donzella da salvare e un lavoro su personaggi e location molto promettente da quanto si può vedere nel primo trailer. Salvo ritardi dell'ultimissima ora, Hoodwink dovrebbe essere disponibile su Origin dal 28 giugno a 14,99 dollari e ci saranno anche i sottotitoli in italiano. Sul sito ufficiale non ci sono ulteriori dettagli, a parte l'ambientazione (una cupa metropoli chiamata Global-1) e i nomi dei due protagonisti (Michael e l'amata Francesca). Il trailer è intrigante e chissà perché mi ha fatto venire in mente Borderlands... forse per il robottino nella spazzatura?

http://youtu.be/W5zw7DzUbq4

Nicolas Eymerich, Inquisitor

Da Kuala Lampur torno in Italia per Nicolas Eymerich - Inquisitor, una nuova serie a episodi tutta italiana (Imagimotion e TiconBlu) che avrà come protagonista l'omonimo inquisitore reso celebre dai romanzi di Valerio Evangelisti. La comprerei già per questo, ma dagli screenshot e dal trailer di gameplay sembra proprio che i due team italiani abbiano fatto un buon lavoro a prescindere dall'origine letteraria, soprattutto a livello di atmosfera. Il primo episodio della serie dovrebbe essere disponibile a novembre per PC, Mac, iOS (con tanto di versione Retina) e più tardi per Android.

http://youtu.be/d31JRcFV4TA

L'azione si volgerà nel XIV secolo in Francia e ne vedremo delle belle tra eretici, poveracci, un'epidemia sullo sfondo, puzzle, enigmi e anche qualche elemento soprannaturale. Ad accrescere la curiosità su questa produzione tricolore sono anche la doppia modalità di gioco (normale e facilitata) e il doppiaggio interamente in latino, che affiancherà quello in italiano e in inglese per creare ancora di più la giusta atmosfera da gioco "antico". Intanto sono stati annunciati i titoli dei quattro episodi, che verranno raccolti in una Deluxe Edition a inizio 2013: The Inquisitor, The Village, The Demon e The Abbey.

Iwata: Wii U costerà poco (ma quanto?)

Digital Extremes verso il Free-to-Play con Warframe