La bottega di LeChuck #5 - Risonanze dal futuro

Tutti le hanno giocate almeno una volta nella vita, negli anni ’90 dominavano le classifiche di vendita, un aspirante pirata le ha rese immortali e una di loro ha persino ballato il fandango. Se non avete ancora capito di cosa sto parlando, tornate pure a giocare a Zumba Fitness. Ero indeciso se premiare con il primo posto in lista l'avventura italiana Anna o un successo annunciato come Resonance. Alla fine ho scelto quest'ultimo, anche perché di Anna finora si è visto davvero poco. Di Resonance, invece, ho già provato la demo e l'impressione mi è parsa ottima. Tra l'altro Eye Wadjet Games ha già pubblicato un capolavoro come Gemini Rue, e Resonance non dovrebbe essere da meno. Spazio poi per un altro gioiellino indie come To the Moon, presto disponibile anche su DVD, e per Reversion, avventura seriale di origine argentina con uno sfondo fantapolitico tutt'altro che disprezzabile.

Resonance

Ne avevo già parlato nella seconda puntata della Bottega di LeChuck, sottolineandone le ottime premesse, soprattutto per gli amanti delle avventure in pixel art. Ebbene, anche per Resonance è giunto il momento della tanto agognata pubblicazione, dopo la promettente demo di alcune settimane fa. Il publisher Eye Wadjet Games ha infatti confermato il 19 giugno come data di uscita del gioco, che volendo può essere già acquistato in pre-order a 8,99 dollari andando su questa pagina di GOG. In attesa che arrivi una copia recensibile del gioco, ricordiamo che Resonance è un'avventura vecchio stile a sfondo sci-fi realizzata dal piccolo team di xii Games, già conosciuto dai fan del genere per un piccolo cult super-indie come Anna. Nel gioco dovremo impersonare quattro diversi protagonisti e avremo a disposizione un interessante sistema di memoria del giocatore, con il quale accedere a ricordi e indizi e risolvere alcuni enigmi mnemonici. L'atmosfera fantascientifica e vagamente distopica si è già mostrata in tutto il suo fascino "dickiano" nella demo e Resonance si candida già da ora a diventare uno degli appuntamenti imperdibili per tutti gli avventurieri (soprattutto i più nostalgici). In occasione del lancio del pre-order è stato pubblicato un nuovo trailer che vi mostro qui sotto.

http://youtu.be/Ct9eedcdyIY

Anna

Come se la passa la scena avventurosa tricolore? Verrebbe da dire non molto bene, dopo la serie di Julia (purtroppo deludente) e qualche altro progetto ultra indipendente che stenta ancora a vedere la luce, ma dovrebbe toccare ad Anna prendere in mano le redini delle avventure nostrane e rilanciarle in grande stile. Il progetto di Dreampainters, piccolo team italiano guidato da Simone Tagliaferri e Davide Del Sorbo, è stato annunciato a febbraio e sarebbe dovuto uscire proprio in questi giorni. Purtroppo, a causa di non meglio precisati intoppi nella lavorazione, Anna ritarderà di circa due settimane e lo vedremo quindi a inizio giugno, mentre tra pochi giorni lo studio italiano dovrebbe pubblicare un video di gameplay di circa cinque minuti per mettere in luce alcune delle caratteristiche più interessanti del gioco, compreso un sistema di paura del protagonista simile a quello visto in Darkness Within 2: La Stirpe Oscura. Anna è un'avventura a sfondo horror ambientata in un paesino della Val d'Aosta, in cui dovremo esplorare alcuni edifici, risolvere enigmi e affrontare spiriti ed entità assortite. Come dimostra il trailer sottostante, l'atmosfera sembra davvero promettente e la visuale in prima persona, abbinata a un motore 3D, rappresenta una piacevole novità per una produzione low-budget come questa. Il gioco, che non può non ricordare la serie di Penumbra, promette una longevità di circa tre ore e sarà venduto a prezzo ridotto, anche se al momento non abbiamo trovato nessun indizio di pre-order o di acquisto né su Zodiac né sul sito ufficiale del gioco. Ormai, però, non dovrebbe mancare molto.

http://youtu.be/dQekcfl2Eu0

To the Moon

Sei mesi dopo la sua uscita in versione digitale, torno a parlare di To the Moon, splendido esempio di adventure-GdR con cui Freebird Games (Quintessence, The Mirror Lied) ha fatto scendere più di una lacrimuccia a chi ha avuto la fortuna di giocarci. Nel mio caso mi sono limitato a un po' di pelle d'oca, ma non nego che l'atmosfera sognante, le splendide musiche e la trama ricca di romanticismo e sentimentalismo abbiano fatto colpo, tanto da spingere la stampa specializzata a premiare il gioco con voti altissimi (il più basso, tanto per capirci, è stato un 8 su 10). To the Moon, visto da fuori, sembrerebbe un tipico GdR degli anni '90 in stile Zelda, ma in realtà contiene anche meccaniche avventurose da classico punta e clicca e si gioca tantissimo sulla trama, affidata a un viaggio nei ricordi di un uomo ormai vicino alla morte che vuole coronare il suo sogno di sempre (leggete il titolo del gioco e capirete qual è). Non ne parlo solo per ricordarne l'esistenza ai più smemorati (con circa 12 euro potete scaricare l'eseguibile di 70 MB), ma anche perché in Gran Bretagna To the Moon sarà disponibile anche in versione fisica su DVD a partire dal 7 luglio, grazie a un nuovo accordo di distribuzione con Lace Mamba Global. Per ora Freebird Games non ha annunciato se ci saranno contenuti inediti o speciali rispetto alla versione digitale, ma qualche sorpresa non mancherà di certo e in fondo una bella confezione con manuale e CD è sempre meglio di un freddo file EXE.

http://youtu.be/sqkJuSV-23U

Reversion

Pur sforzandomi, non mi vengono in mente avventure grafiche realizzate in Argentina, ma c'è sempre una prima volta e tocca ora a Reversion far conoscere al mondo intero la scena avventurosa del Paese di Maradona, di Messi e delle pampas. Realizzata da 3f Interactivo, Reversion è un'avventura punta e clicca che più classica non si potrebbe e anche lo spunto iniziale della trama (il nostro alter ego ha perso la memoria) non è certo il massimo dell'originalità. Lo sfondo narrativo è però intrigante, visto che ci troviamo in una Buenos Aires del 2035 quasi distrutta, dopo che vent'anni prima un colpo di stato dei militari ha trascinato il Paese in una cruenta guerra civile. Lo stile grafico molto fumettoso e l'atmosfera comunque solare e colorata fanno però da perfetto contraltare alla drammaticità di fondo, senza dimenticare la presenza di un secondo personaggio femminile da controllare e l'impostazione seriale del gioco. Il primo capitolo è già disponibile gratuitamente e può essere scaricato da qui in versione con parlato spagnolo e sottotitoli in inglese. Ho dato un'occhiata veloce al gioco e, a parte le orrende animazioni e qualche enigma più astruso del solito, devo dire che sembra gradevole e lo humor di fondo non manca.

http://youtu.be/wUI19drGTyw

007 Legends, dal cinema con amore

Videopep #10 - Il Tentacolo Viola