Outcazzari

La bottega di LeChuck #17 - Il norvegese e gli italiani

Tutti le hanno giocate almeno una volta nella vita, negli anni ’90 dominavano le classifiche di vendita, un aspirante pirata le ha rese immortali e una di loro ha persino ballato il fandango. Se non avete ancora capito di cosa sto parlando, tornate pure a giocare a Zumba Fitness.

Dreamfall Chapters

Che sia davvero la volta buona per Ragnar Tørnquist? Lo speriamo davvero, visto che è da cinque anni che attendiamo il seguito di Dreamfall: The Longest Journey, annunciato da Funcom nel 2007 come ambizioso esperimento MMOG ma caduto nell'oblio poco dopo. Il game designer norvegese ha finalmente resuscitato il progetto, annunciando gli inizi dei lavori su Dreamfall Chapters per PC e Mac, che non sarà però sviluppato da Funcom ma da Red Thread Games, il nuovo studio americano di Tørnquist. Parte del budget (circa 175.000 dollari) è stata messa a disposizione dal Norwegian Film Institute (!) e il gioco abbandonerà ogni velleità MMOG, tornando quindi alla formula originale di una classica avventura in singolo con esplorazione, inventario, enigmi e puzzle nell'affascinante mondo futuristico di The Longest Journey. Naturalmente tutto tace per quanto riguarda uscita, caratteristiche di gioco e trama, ma speriamo di scoprire qualcosa di più nelle prossime settimane.

Donald Dowell

Avevo già parlato qui del team tutto italiano di Athena Games, in vista del loro esordio sul mercato con Insania, ma torno sull'argomento per segnalare un nuovo progetto di questi ambiziosi ragazzi appassionati di avventure grafiche. Il gioco in questione è Donald Dowell and the Ghost of Baker Manor e ci vedrà nei panni di un pensionato annoiato (il Donald del titolo), che, pur di trovarsi un'occupazione, accetta di fare l'acchiappafantasmi in un antico maniero irlandese. Purtroppo il progetto è ancora in fase embrionale e sarà pronto per la fine del 2013 in versione PC, ma dai primi screenshot il tutto sembra molto promettente e dovremmo aspettarci una classica avventura 2D a sfondo gotico ma dai toni ironici, con tanto di dialoghi a scelta multipla e numerosi personaggi con cui interagire. Io intanto l'ho già segnato sul mio calendario avventuroso.

Mater Obscura

Anna si è rivelato un buon successo di critica e pubblico, pur se tra diversi limiti tecnici e narrativi, ma l'accoglienza ha permesso al team italiano Dreampainters di mettersi subito al lavoro su un nuovo progetto, dall'intrigante titolo Mater Obscura: A Sine Requie Tale. Anche in questo caso vedremo il prodotto completo a fine 2013, ma è già disponibile il filmato di presentazione che vi riporto qui sotto (su ragazzi, un po' di naturalezza in più). Rispetto ad Anna, Dreampainters ha voluto spingersi in un territorio più vicino a un GdR-adventure che non a una classica avventura punta e clicca, ma la centralità dei dialoghi, l'interazione con i personaggi e altri elementi fanno comunque sperare in un sottofondo avventuroso piuttosto significativo. Il gioco, chiaramente ispirato al GdR da tavolo Sine Requie Anno XIII, vedrà come protagonista il nostro alter ego Marcello Cappanera in un'Italia distopica (e a quanto pare post-apocalittica) degli anni '50, ricreata in un mix di fantasia e realtà, con tanto di supporto alle DirectX 11, ciclo giorno-notte e una colonna sonora (vero punto forte di Anna) tutta da scoprire.

http://youtu.be/fnp0NKpWuuQ

New Super Mario Bros. U, impressioni dalla Games Week

Aperte le iscrizioni per il mondiale di Kick-Off 2!