La bottega di LeChuck #16 - Il bambino infernale e la coppia indie

Tutti le hanno giocate almeno una volta nella vita, negli anni ’90 dominavano le classifiche di vendita, un aspirante pirata le ha rese immortali e una di loro ha persino ballato il fandango. Se non avete ancora capito di cosa sto parlando, tornate pure a giocare a Zumba Fitness.

Lucius

Ne avevo già parlato nella seconda puntata di LeChuck e finalmente Lucius è disponibile da pochi giorni su Steam al prezzo di 16,99 euro in versione inglese, senza purtroppo i sottotitoli italiani. Originale e a suo modo "rischiosa", l'avventura in terza persona di Shiver Games si ispira al filone demoniaco-infantile che ha come capostipite la saga di Omen. Anche qui infatti il plot ruota attorno a un bambino diabolico (il Lucius del titolo), che, dopo aver scoperto di essere il figlio di Satana in persona, si diverte a organizzare incidenti mortali per far fuori i famigliari e i membri della servitù della sua immensa magione. Il gameplay è un mix di puzzle, enigmi e tranelli, ma al tempo stesso Lucius deve stare attento a non farsi scoprire e può contare anche su alcuni poteri che faciliteranno la sua missione diabolica, come la telecinesi e la capacità di leggere nel pensiero degli altri. Il trailer è molto intrigante, la grafica non sembra niente male per una produzione indie e se non altro Shiver Games propone un titolo un po' fuori di soliti schemi punta e clicca. Fateci un pensierino.

http://youtu.be/T4NH0qUjpsc

Guise of the Wolf

Il team di FUN Creators ha definito il suo Guise of the Wolf una via di mezzo tra Amnesia e le atmosfere di Thief. Una presentazione niente male, per quest'avventura horror in prima persona ambientata in un tetro castello nel XVII secolo, dove il protagonista Dominik (un alchimista esperto di soprannaturale) viene chiamato per dare la caccia a una creatura mostruosa che si aggira nei paraggi. Nemmeno a farlo apposta, Dominik viene morso da quello che pare a tutti gli effetti un lupo mannaro, rimanendo contagiato e tramutandosi a sua volta in un werewolf velocissimo, fortissimo e assetato di sangue. La particolarità del gioco sta proprio nella doppia natura del gameplay, improntato da un lato alla classica raccolta di oggetti e ai relativi enigmi quando Dominik è "normale", mentre trasformandoci in un lupo mannaro dovremo destreggiarci in sezioni più action e movimentate. Se vi ispirano questi esperimenti ibridi e non disdegnate un po' di horror di scuola Hammer, potrete acquistare Guise of the Wolf a partire dal 15 novembre sul sito ufficiale dello sviluppatore a 14,99 dollari.

http://youtu.be/-QXxMr3ZehM

Hero-U: Rogue to Redemption

Ho inserito questo titolo un po' controvoglia, ma visto che dietro a tutto ci sono Lori e Corey Cole (creatori di un certo Quest for Glory) ho fatto uno strappo alla regola. Hero-U: Rogue to Redemption è l'ennesimo progetto in cerca di finanziamenti su Kickstarter; mancano ancora una ventina di giorni alla chiusura della campagna e per ora siamo lontani dai 400.000 dollari richiesti, ma non è detto che l'effetto nostalgia non faccia l'ennesimo miracolo. Purtroppo, dal primo trailer e dalle prime informazioni pare che il gioco sarà al 90% un GdR molto classico, pur contenendo qualche enigma di contorno, giusto per non tradire il trademark della coppia. Di avventuroso ci sarà insomma poco e anche se gli stessi Quest for Glory erano di fatto un mix tra i due generi, pare proprio che Hero-U: Rogue to Redemption sarà molto più sbilanciato sul versante ruolistico. Se comunque volete scoprire un po' di più sul ritorno indie dei Lori e Corey, qui trovate di tutto e di più.

http://youtu.be/cZpLMHqUUu8

Meganoid 2 è il figlio segreto di Rick Dangerous

Blu Brothers #21